Aggiornamento

RS, 20/02/2017

Troppi punti gettati nei finali di gara. Sabato arriva Saputo, in primo piano infrastrutture e squadra ‒ Inizia oggi una settimana che si preannuncia delicata in casa rossoblù: la quarta sconfitta di fila, oltre al tema degli errori arbitrali, ha infatti riportato di nuovo alla luce anche quello dei gol subiti nei finali di partita. In particolare sono 15 le reti che il Bologna ha incassato nell’ultimo quarto d’ora, per un totale di 13 punti persi che avrebbero proiettato la squadra all’ottavo posto, a quota 40 punti. Fondamentale, dopo i quattro k.o. consecutivi, si preannuncia la sfida di domenica prossima contro il Genoa, e in primo piano ci sarà l’infermeria. Con Antonio Mirante di fatto recuperato, Mattia Destro avrà un’altra settimana per mettersi definitivamente alle spalle il problema alla caviglia, mentre dovrebbero restare ancora ai box Daniele Gastaldello e Mimmo Maietta. Da valutare ci sono anche le condizioni di Ibrahima Mbaye ed Erick Pulgar: l’esterno destro è uscito per una contusione al polpaccio, mentre il centrocampista per un problema alla caviglia. Al momento nessuno dei due è in dubbio per la gara di Marassi, ma nelle prossime ore saranno comunque sottoposti ad accertamenti.
Alla gara con il Genoa assisterà anche Joey Saputo, atteso in città nella giornata di sabato. Il magnate italo-canadese dovrebbe poi fermarsi fino a giovedì o venerdì della prossima settimana. In primo piano il tema delle infrastrutture, visto che molto presto proprio il chairman potrebbe inaugurare le nuove aree realizzate al centro tecnico di Casteldebole, e sempre in questi giorni il Comune dovrebbe ricevere dal club la lettera d’intenti sul restyling dello stadio Dall’Ara. Verosimilmente la presenza di Saputo coinciderà anche con un’attenta analisi della stagione rossoblù sul campo: la salvezza non è in discussione, ma gli ultimi risultati meritano una lunga riflessione e un pronto riscatto.