Helander, Mbaye, Nagy, Pulgar e Skorupski convocati in Nazionale

RS, 20/03/2017

Mercoledì la ripresa senza il blocco dei Nazionali. E intanto il Bologna riscopre Helander ‒ Complice la sosta per gli impegni delle Nazionali, dopo la bella vittoria di ieri con il Chievo i rossoblù avranno ora due giorni di riposo e riprenderanno la preparazione mercoledì. Sarà una squadra a ranghi decisamente ridotti, visto che undici giocatori – Verdi, Masina, Di Francesco, Dzemaili, Nagy, Torosidis, Oikonomou, Krafth, Helander, Pulgar e Krejci – saranno impegnati con le rispettive Nazionali fino a metà della prossima settimana. Donadoni potrà comunque sfruttare la sosta prima dell’impegno del 2 aprile con la Fiorentina per recuperare al meglio Antonio Mirante e Luca Rizzo, e per valutare chi impiegare in cabina di regia al Franchi visto che Erick Pulgar, diffidato e ieri ammonito, salterà l’impegno per squalifica.
Masina e Torosidis, invece, il turno di stop lo hanno appena scontato, e torneranno quindi a disposizione. Il tecnico potrà allora decidere, questa volta con la difesa interamente a disposizione, se confermare la retroguardia a tre o tornare al modulo a quattro. Il 3-5-2 non aveva funzionato contro la Lazio, mentre ieri ha dato i frutti sperati grazie anche alla prestazione di un ragazzo che a fine gara si è preso il plauso dello stesso Donadoni per l’impegno e la dedizione: Filip Helander. Non solo applicazione, però, anche la capacità di giocare sempre al massimo delle proprie possibilità è una dote riconosciuta dal mister allo svedese. Senza dimenticare la sua duttilità, considerando che può giocare sia in uno schieramento a quattro che in uno a tre: un’arma in più, anche sul piano tattico, per questo finale di stagione.