Rassegna stampa 25/05/2017

RS, 20/12/2016

Si torna al lavoro dopo Natale, da gennaio in ritiro. Mercato, resta calda l’ipotesi Cerci ‒ La festa di Natale di ieri sera al Dall’Ara ha sancito ufficialmente il rompete le righe in casa Bologna. Ora i rossoblù avranno una settimana di vacanza e si ritroveranno il 27 dicembre per la ripresa degli allenamenti. Il programma prevede qualche giorno di lavoro a Casteldebole poi, a Capodanno, la partenza per il ritiro a Catania, dove – fino al 7 gennaio – i rossoblù si alleneranno al centro tecnico di Torre del Grifo. Da lì raggiungeranno direttamente Torino per affrontare la Juventus alla ripresa del campionato. La buona notizia dall’infermeria arrivata ieri riguarda Mimmo Maietta: gli esami a cui è stato sottoposto il difensore non hanno infatti evidenziato lesioni. Decisamente positive anche le notizie che riguardano Simone Verdi: l’esterno ieri si è allenato in campo per circa un’ora e mezzo, ed era la prima volta dopo l’infortunio del 29 ottobre e il successivo intervento alla caviglia. Verdi ha lavorato sotto gli occhi dello staff medico e la caviglia ha risposto bene. Ovviamente le indicazioni restano quelle di procedere senza fretta e senza correre rischi inutili. Dopo 50 giorni il rientro sul campo è stato in leggero in anticipo sui tempi, e procedendo a questi ritmi il numero 9 potrebbe tornare in gruppo attorno al 20 gennaio.
Intanto, tra i dati che emergono di questo scorcio di stagione c’è una sorta di ritorno alla cooperativa del gol. Tra campionato e Coppa Italia sono infatti 12 i rossoblù andati a segno: Destro, Verdi, Dzemaili, Di Francesco, Helander, Krejci, Masina, Pulgar, Taider, Viviani, Mounier e Krafth.
Sul fronte mercato, infine, i riflettori restano puntati sull’attacco, e tra i nomi più caldi c’è quello di Alessio Cerci, per il quale i contatti potrebbero riprendere nelle prossime ore. Affinché la trattativa possa eventualmente prendere quota serviranno ulteriori controlli medici dopo quelli a cui l’esterno era stato sottoposto in estate. Visto che il contratto con l’Atletico scade a giugno, sarebbe un’operazione quasi a costo zero per quanto riguarda il cartellino, mentre si dovrà trovare un’intesa per spalmare i 2,5 milioni di ingaggio. Per quanto riguarda le uscite, da valutare possibili ritorni di fiamma di Lorient, Montpellier e Olimpique Marsiglia per Anthony Mounier, mentre su Archimede Morleo (in scadenza di contratto) ci sarebbero Crotone, Verona e Bari. Nelle prossime ore dovrebbe essere fatto il punto della situazione con l’entourage di Marios Oikonomou, che potrebbe partire qualora arrivassero offerte interessanti. Da valutare anche il futuro di Robert Acquafresca, che a giugno si svincolerà e che attualmente si sta allenando con la Primavera.