Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Rassegna stampa 02/03/2018

RS, 21/07/2016

A Castelrotto sta nascendo il gruppo. E da oggi summit con Saputo ‒ Sta ormai per calare il sipario sul ritiro di Castelrotto ed emerge un quadro sempre più chiaro di come hanno lavorato i rossoblù in Alto Adige. Sul campo, Donadoni ha provato sia il 4-2-3-1 (soprattutto nella prima settimana) che il 4-3-3, ma non meno importante è stato il lavoro che il tecnico ha svolto a livello psicologico. L’ex centrocampista del Milan ha infatti parlato singolarmente con i giocatori (vedi Destro) ma non ha risparmiato di riprenderli anche nel corso degli allenamenti, quando necessario. Da Castelrotto arriva comunque l’immagine di un bel gruppo. «È un bel gruppo – conferma un membro dello staff tecnico – sano e unito. Se arrivasse lo stupido, qui farebbe fatica. Si guarderebbe attorno e non troverebbe sponda». Un aspetto molto importante è che il tecnico può lavorare, e quindi proporre la sua preparazione, fin dall’inizio della stagione. Non è infatti escluso che i tanti infortuni muscolari dello scorso anno possano essere dipesi dalle diverse preparazioni: prima Rossi (in condizioni note), poi lo stesso Donadoni, con richiami a novembre e in primavera.
A proposito del gruppo, dopo le parole ufficiali di Daniele Gastaldello nessuno rilascia più dichiarazioni sul conto di Amadou Diawara, ma traspare che il pensiero espresso dal capitano sia esattamente quello di tutto lo spogliatoio. Intanto, proprio riguardo al regista, ieri si è diffusa un’indiscrezione. Diawara avrebbe infatti ricominciato ad allenarsi, ammesso che abbia mai smesso. Si è infatti diffusa la voce che sarebbe arrivata la richiesta per una struttura dove potersi allenare con un preparatore a Milano. Non solo: in Italia ci sarebbero anche il padre e il cugino del rafazzo. Il fatto che si stia allenando apre ovviamente ancora di più le porte a una sua futura cessione. La Roma resta la candidata principale (e nell’affare rientrerebbe anche Umar Sadiq), ma se ne saprà di più all’inizio della prossima settimana.
In queste ore, infatti, l’a.d. Claudio Fenucci e il d.s. Riccardo Bigon sono in volo per Montreal per fare il punto della situazione con il chairman Joey Saputo. Il mercato sarà ovviamente l’argomento principale (la dirigenza rossoblù esclude che lo scopo del viaggio sia quello di andare a batter cassa per avere dal chairman ulteriori soldi da spendere per le trattative), ma si parlerà anche delle infrastrutture, come i lavori al centro tecnico e il restyling del Dall’Ara, e delle sinergie tra Bologna e Impact. Non che il chairman perda occasione per essere aggiornato, visto che ieri ha telefonato a Fenucci per chiedere informazioni sul ritiro. Piccolo particolare: erano circa le 12:30 italiane, le 6:30 del mattino a Montreal.