RS, 21/12/2016

RS, 21/12/2016

Si avvicina il rientro di Rizzo. Mercato, in attacco resta il nome di Cerci Con la squadra a riposo fino al 27 dicembre, in queste ore in casa Bologna restano in primo piano la situazione dell’infermeria e il mercato. Per quanto concerne gli infortunati, il rientro più vicino è quello di Luca Rizzo, atteso tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo. Fine gennaio resta al momento la data indicativa per il rientro di Simone Verdi, mentre su Umar Sadiq il punto della situazione verrà fatto a metà gennaio.
Sul fronte mercato, attacco e difesa restano i reparti indiziati per qualche novità. Le idee della dirigenza rossoblù circa il reparto offensivo sono chiare: la leadership di Mattia Destro non si tocca, arriverà qualcuno in grado di affiancarlo. Resta il nome di Alessio Cerci, che tra l’altro in queste ore è tornato in campo per una mezz’ora in Copa del Rey con l’Atletico Madrid. Il nodo resta quello dell’ingaggio da circa 2,5 milioni, mentre con il club spagnolo l’intesa si potrebbe trovare sulla base del prestito con diritto di riscatto a una cifra non particolarmente elevata, visto che l’esterno va in scadenza a giugno. Ovviamente, prima di un’eventuale trattativa, andranno valutate le condizioni del giocatore.
Non particolarmente agevole la soluzione Jonathan Biabiany per una questione di costi, ma il Bologna rimane comunque alla finestra. In uscita, oltre alla situazione di Anthony Mounier, potrebbe essere valutata anche quella di Sergio Floccari. Lo stesso discorso, in difesa, vale per Mario Oikonomou, che potrebbe partire qualora arrivasse un’offerta adeguata. Un obiettivo a quel punto potrebbe essere Luca Caldirola, centrale classe 1991 di scuola Inter attualmente in forza al Werder Brema.