Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Krejci, re degli assist rossoblù, sfida i grandi rifinitori del Napoli

RS, 22/10/2016

Torosidis, Dzemaili e Krejci: è il momento dei ritorni ‒ Restano le ultime ore per varare il Bologna che domani affronterà il Sassuolo e, rispetto all’undici sceso in campo contro la Lazio, potrebbero esserci novità in ogni reparto. In difesa, con Emil Krafth ancora non al top (ieri lavoro differenziato per lui) e Daniele Gastaldello che sconterà la seconda e ultima giornata di squalifica, viaggiano verso la riconferma Ibrahima Mbaye e Filip Helander. Con l’intoccabile Mimmo Maietta al centro, la novità potrebbe essere a sinistra, con Vasilis Torosidis a prendere il posto di Adam Masina. A centrocampo tornerà Blerim Dzemaili dalla squalifica e a lasciargli il posto dovrebbe essere Godfred Donsah, con le conferme di Adam Nagy e Saphir Taider. La novità in avanti è invece il ritorno dal primo minuto di Ladislav Krejci, a completare il reparto con Simone Verdi e Sergio Floccari. Verdi ieri ha lavorato regolarmente in gruppo e domani dovrebbe quindi essere tra i titolari dopo la botta alla caviglia che lo aveva condizionato a inizio settimana. Sulla carta, visto questo intoppo e il fatto che ci saranno poi tre gare in una settimana, c’è anche la possibilità di un turno di riposo per l’ex Milan, con ballottaggio aperto tra Federico Di Francesco e Luca Rizzo, ma non sembra l’ipotesi principale. Al centro dell’attacco dovrebbe toccare ancora a Sergio Floccari (tutt’altro che remota l’ipotesi di una staffetta con Umar Sadiq) nei panni dell’ex. Curiosamente, Floccari aveva debuttato lo scorso anno da rossoblù contro la Lazio e poi aveva affrontato (con tanto di gol) il Sassuolo, la stessa ‘combo’ di partite di questo scorcio di stagione che sta vivendo da vice di Mattia Destro.
I rossoblù ieri si sono allenati a porte chiuse ma sotto gli occhi di Giampiero Ventura. Il c.t. azzurro è arrivato in compagnia di Gabriele Oriali attorno alle 10:30, e ha lasciato Casteldebole pochi minuti prima delle 14, dopo aver assistito all’allenamento mattutino della squadra al fianco del d.s. Riccardo Bigon e pranzato con Roberto Donadoni e Marco Di Vaio. Dal punto di vista più ‘istituzionale’, si è parlato degli stage in programma il prossimo mese a cui dovrebbe prendere parte anche Simone Verdi. Non è però l’unico rossoblù che potrebbe avere un futuro in azzurro. Oltre a Federico Di Francesco (già peraltro nel giro dell’Under 21 al pari di Alex Ferrari), i giocatori seguiti potrebbero essere anche altri. Ieri Ventura ha incrociato Mattia Destro, che l’azzurro l’ha già vestito e che, una volta superato l’infortunio al polpaccio, potrà tornare ad ambire alla Nazionale. Difficile ipotizzare un ritorno anche per Antonio Mirante, ma ieri il c.t. ha parlato per cinque minuti anche con il portiere, verosimilmente per chiedergli informazioni sul suo stato di salute e augurargli un pronto rientro in campionato. Tra gli osservati potrebbe esserci anche Adam Masina, che nonostante il momento di difficoltà ha tutte le carte in regola per ambire alla maglia azzurra.