Archimede Morleo a Casteldebole

RS, 23/12/2016

Tra entrate e uscite si lavora al mercato ‒ Tra possibili arrivi e partenze, in casa Bologna questi sono comunque giorni di lavoro in vista dell’apertura del mercato di riparazione, che prenderà il via tra dieci giorni. Sul fronte arrivi, i riflettori restano puntati sull’attacco, con i rossoblù che hanno la media di un gol esatto a partita: 17 reti in 17 giornate, con 6 match conclusi senza segnare. E se per il ruolo di esterni restano vive le ipotesi Alessio Cerci e Jonathan Biabiany, il club potrebbe decidere di acquistare anche una punta. Esisterebbe già una lista di quattro-cinque nomi con caratteristiche ben precise: giovane (tra i 19 e i 24 anni), non dovrà intaccare la leadership di Mattia Destro, meglio ancora se in grado di agire sia come partner d’attacco del numero 10 che di fare il suo vice. Posto che molto potrebbe dipendere dalle condizioni di Umar Sadiq e dalle eventuali richieste per Sergio Floccari, qualche identikit c’è già. Tempo fa, ad esempio, era stato fatto un sondaggio con il Benevento per Amato Ciciretti, sul quale la concorrenza comunque non manca. E ancora Simone Ganz, grazie ai buoni rapporti con il Verona, o Angel Zaldivar del Club Deportivo Guadalajara. Dai tempi del Napoli è poi sul taccuino di Riccardo Bigon il nome di Gustavo Bou del Racing Avellaneda, dove peraltro il ragazzo ha uno score di 23 gol in 40 partite. Infine c’è il nome di Josef Martinez, venezuelano del Torino.
Si lavora anche sulle possibili uscite, e in questo caso i papabili potrebbero essere sei, posto che in ossequio alle regole sulle liste (quella del Bologna al momento è piena) entrate e uscite dovranno andare di pari passo. Chi ha ricevuto qualche offerta è Anthony Mounier, che in Francia ha estimatori e qualche opportunità – tra Montpellier, Olympique Marsiglia e Saint-Etienne – a gennaio potrebbe concretizzarsi. Da valutare, per l’appunto, anche la situazione di Floccari, che ha il contratto in scadenza a giugno e per il quale si potrebbe aprire qualche posta italiana. Pescara e Atalanta sembrano interessate, così come qualche club delle zone alte di B. Va in scadenza a giugno anche Archimede Morleo, che nelle ultime ore è finito nei radar del Bari, dopo essere stato in quelli di Crotone e Verona. Scade invece nel 2020 il contratto di Marios Oikonomou, seguito da qualche club tedesco e greco: il Bologna potrebbe valutare l’ipotesi di un prestito o di uno scambio per non abbassare troppo la valutazione del giocatore, che era stato messo a bilancio per 3 milioni. Alfred Gomis tornerà poi al Torino, mentre per Robert Acquafresca, fuori lista, potrebbe riaprirsi la possibilità negli Emirati Arabi che non si era concretizzata in estate. A quanto pare, allora il Bologna chiese 250 mila dollari per il suo cartellino e la trattativa non si concretizzò, ora però l’attaccante potrebbe partire a costo zero visto che andrà sì in scadenza, ma il club risparmierebbe i 500 mila euro degli ultimi sei mesi d’ingaggio.
Infine, la prevendita in vista della gara esterna contro la Juventus, alla ripresa del campionato, scatterà nei prossimi giorni, ma i tifosi rossoblù si stanno già mobilitando: dovrebbero essere un migliaio i cuori rossoblù al seguito della squadra allo Stadium.