Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

RS, 24/11/2016

RS, 24/11/2016

Il Bologna ha ritrovato la sua spina dorsale. E domenica con l’Atalanta ci sarà anche Andersson ‒ Con la doppia seduta di ieri è entrata nel vivo la preparazione del Bologna in vista della gara di domenica pomeriggio contro l’Atalanta. E in casa rossoblù questi sono i giorni delle certezze ritrovate. Di fatto la partita con il Palermo ha restituito al Bologna quasi in toto la sua spina dorsale. In attesa del rientro di Antonio Mirante, i rossoblù hanno ritrovato Mimmo Maietta, e i numeri dicono che con lui in campo il Bologna ha perso solo una partita su 8, con il Genoa, con 3 vittorie, 4 pareggi, 6 gol subiti e una media punti di 1,6. Negli ultimi 5 match senza Maietta, invece, sono arrivate una vittoria e 4 sconfitte, 13 gol subiti e una media di 0,6 punti. In mediana, per Blerim Dzemaili parlano l’esperienza e il carisma (è di fatto l’allenatore in campo per come guida i compagni), oltre che la duttilità, visto che sinora è stato impiegato anche come centrale difensivo e in posizione più avanzata, sulla trequarti: domenica scorsa è arrivato anche il primo gol stagionale. In gol anche Mattia Destro, a segno così 4 volte in 8 presenze: con lui in campo sono arrivati 13 dei 16 punti che la squadra sinora ha messo in cascina.
Ritrovata la sua spina dorsale, in vista della gara contro l’Atalanta il Bologna si prepara a ritrovare anche il suo pubblico. Gli oltre 22 mila spettatori registrati contro il Palermo sono stati il miglior dato stagionale in termini di presenze e al momento per domenica prossima sono già circa 18 mila i presenti sicuri. E tra questi, graditissimo ritorno, anche Kennet Andersson. Lo svedese, come aveva peraltro già fatto sapere nelle scorse settimane, sarà a Bologna con la squadra di calcio femminile della figlia, da lui allenata, e gli altri genitori. «Non vedo l’ora di tornare – ha fatto sapere – e di vedere dal vivo questo Bologna». L’arrivo è previsto per domani, e Andersson ha già anticipato che in questi giorni visiterà Casteldebole per vedere come funziona il settore giovanile rossoblù. Non è escluso che vada in scena una rimpatriata con qualcuno degli ex compagni ai tempi del Bologna.
Infine, oltreoceano, la vittoria per 3-2 dei Montreal Impact su Toronto nella gara d’andata della finale playoff della Eastern Conference ha di nuovo acceso i riflettori su Matteo Mancosu, ancora a segno. Il Bologna starebbe riflettendo sull’opportunità di confermarlo a Bologna, come vice Destro, una volta terminata l’esperienza in Canada, ma se ne saprà di più a gennaio.