Che belle le interviste dei 'cinni' a Joey e Sinisa, così ripartiremo migliori

RS, 25/03/2017

Squadra e restyling del Dall’Ara, si prepara il ritorno di Saputo ‒ Fine settimana libero per i rossoblù, che dopo l’intenso lavoro di questi giorni riprenderanno ora la preparazione lunedì per iniziare a fare entrare nel vivo la marcia di avvicinamento alla gara con la Fiorentina. Prosegue anche il conto alla rovescia in vista del ritorno del chairman Joey Saputo, che da programma farà rientro a Bologna sabato prossimo, il 2 aprile sarà al Franchi e dovrebbe poi fare rientro in Canada il mercoledì successivo. Tutt’altro che scontato che a Firenze vada il scena l’incontro tra Saputo e l’ex uomo mercato rossoblù Pantaleo Corvino, che è solito girare altri stadi per seguire le gare. A metà febbraio, quando in Italia c’erano gli uomini Impact Nick De Santis e Adam Bratz, Corvino aveva comunque pranzato con loro in occasione di Fiorentina-Udinese.
Tanti, come sempre nei suoi soggiorni sotto le Due Torri, i temi nell’agenda del magnate italo-canadese. Inevitabile un nuovo punto della situazione sul progetto di restyling del Dall’Ara, anche perché aprile sarà il mese in cui si riunirà il tavolo dei tecnici designati da Bfc e Amministrazione comunale. Ma Saputo si occuperà anche di questioni più prettamente sportive e potrebbe incontrare Roberto Donadoni anche per parlare del contratto del tecnico, attualmente in scadenza nel 2018: l’idea di Saputo è quella di allungarlo almeno di un’altra stagione. Ed è probabile che il numero uno del club incontri anche Blerim Dzemaili. Lo scenario praticamente certo è il passaggio del centrocampista ai Montreal Impact dopo la fine del campionato. Dzemaili potrebbe quindi giocare la gara con la Juventus, che chiuderà la stagione rossoblù, per poi volare oltreoceano, dove il primo impegno utile per scendere in campo con la nuova maglia è la gara tra Impact e New York Red Bulls del 3 giugno. Dopo Didier Drogba, il nuovo testimonial degli Impact dovrebbe essere proprio Dzemaili, e in Canada anche in tifosi aspettano il suo arrivo con impazienza.
Per un veterano ormai destinato ad andarsene, ci sono anche diversi giovani su cui il Bologna intende fortemente puntare. Tra i ‘baby’ che più si stanno mettendo in mostra c’è il Orji Okwonkwo, 19 anni, reduce dai 4 gol (sui 6 totali) segnati al Torneo di Viareggio dai rossoblù di Paolo Magnani. Se si aggiungono le 5 reti realizzate in campionato, si arriva alla doppia cifra, oltre alla mezzora abbondante in quattro spezzoni che Donadoni gli ha sinora concesso in Serie A. Ricorda un po’ Simone Verdi, visto che può calciare sia di destro che di sinistro, e può giocare sia punta centrale che in posizione più esterna. Per ora si alterna tra Primavera e Prima Squadra, a Casteldebole ha la fiducia e l’apprezzamento di tutti e un talento pronto a sbocciare.