Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

RS, 25/10/2016

RS, 25/10/2016

Tra Chievo e Fiorentina potrebbe essere turnover. Arriva Saputo, e ha l’agenda fitta ‒ La mini preparazione in vista della gara di domani sera contro il Chievo, in casa Bologna, è scattata ieri con un lavoro in palestra per i titolari della gara contro il Sassuolo e un allenamento in campo con partitella finale per gli altri. Mattia Destro ha svolto lavoro differenziato e in questi giorni potrebbe riprendere a lavorare con il gruppo. La sua assenza domani sera è certa, un nuovo punto della situazione sulle sue condizioni verrà fatto tra giovedì e venerdì in vista di una possibile convocazione sabato contro la Fiorentina. Il ritorno del bomber non è comunque lontano, e potrebbe avvenire eventualmente contro la Roma, ma si adotterà la massima cautela: l’attaccante tornerà solo quando e se non correrà il rischio di ulteriori intoppi.
In vista della gara di domani, in difesa rientrerà Daniele Gastaldello dopo le due giornate di squalifica. Regolarmente al suo fianco dovrebbe restare Mimmo Maietta, a meno che per l’ex Verona non sia necessario un turno di riposo. Se a sinistra Adam Masina viaggia verso la riconferma, a destra Donadoni può scegliere tra Vasilis Torosidis, Ibrahima Mbaye ed Emil Krafth, che ha ormai recuperato dall’influenza. Nell’ottica delle tre gare in una settimana, probabile che ci sia spazio per tutti, così come in mediana è in lizza anche Godfred Donsah e in avanti Federico Di Francesco è pronto a giocarsi una maglia per il ruolo di esterno. E se i dati finora dicono che il Bologna ha incassato 7 dei 13 gol complessivi proprio negli ultimi 15 minuti di partita, il Chievo da questo punto di vista è il cliente peggiore perché dei suoi 10 gol totali, 6 li ha segnati proprio nella parte finale dei match.
In queste ore è atteso poi il ritorno a Bologna di Joey Saputo, che arriverà con l’uomo dei conti della famiglia, Joe Marsilii. Il che lascia pensare che in questi giorni ci sarà la situazione economica del club, in primo piano, ma l’agenda del patron rossoblù è comunque molto fitta e prevede anche il punto della situazione sul progetto di restyling del Dall’Ara. Non è ancora stato messo ufficialmente in agenda un incontro con l’amministrazione, ma è probabile che Saputo si vedrà con il sindaco Virginio Merola e l’assessore allo sport Matteo Lepore. La ristrutturazione dell’attuale impianto resta la priorità sia del club che del Comune: ufficialmente il piano B, ovvero la costruzione di un nuovo impianto, non è stata concretamente presa in considerazione, ma la necessità del Bologna è quella di avere risposte chiare (da definire c’è, ad esempio, l’aspetto delle cosiddette aree compensative) e di stringere i tempi.
Il chairman assisterà sia alla gara con il Chievo di domani che a quella di sabato con la Fiorentina. Non tira aria di incontro, però, con l’ex d.s. rossoblù e attuale uomo mercato dei viola Pantaleo Corvino, che avrebbe già fatto sapere che non sarà al Dall’Ara in occasione del derby dell’Appennino. Per Saputo saranno cinque giorni interamente dedicati al mondo Bologna, o quasi. L’unica ‘deroga’ nella notte tra giovedì e venerdì, quando il numero uno rossoblù seguirà il debutto nei playoff dei Montreal Impact contro il DC United.