Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

RS, 28/02/2017

RS, 28/02/2017

I numeri raccontano il calo rispetto allo scorso anno. Sondaggio con Petkovic in caso di addio a Donadoni ‒ Dopo l’allenamento defaticante di ieri e il giorno di riposo concesso per oggi, da domani entrerà nel vivo la preparazione del Bologna in vista della gara di domenica sera contro la Lazio. In settimana i riflettori saranno puntati soprattutto sulla difesa, dove la lista degli assenti continua ad allungarsi: non ci sarà nemmeno lo squalificato Torosidis, e a far coppia con Oikonomou dovrebbe essere Helander. Fin qui lo svedese, che ha dovuto fare i conti con qualche guaio fisico, ha totalizzato 383 minuti in campo. Le possibili alternative (al momento, però, decisamente in secondo piano) sono l’arretramento di Dzemaili o lo spostamento al centro di Mbaye. Krafth, però, a sua volta è uscito da Marassi con una ferita lacero-contusa alla gamba sinistra, e verrà valutato nelle prossime ore. In settimana saranno monitorati anche Gastaldello e Maietta, e quest’ultimo – il cui stop era di tre settimane, contro le quattro dell’ex Samp – potrebbe stringere i denti e tornare a disposizione.
I dati, intanto, delineano una squadra in sensibile calo rispetto allo scorso anno. Dodici mesi fa, dopo 26 giornate, il Bologna aveva 34 punti (10 vittorie, 4 pareggi e 12 sconfitte), era al 9° posto in classifica, aveva segnato 29 gol e ne aveva subiti 31. Quest’anno i punti sono 28, che valgono il 15° posto in classifica (7 vittorie, 7 pareggi, 12 sconfitte), con 24 gol segnati e 34 subiti.
Infine, tiene banco il futuro di Roberto Donadoni: la premessa è che il contratto del tecnico scade nel 2018 e presto potrebbe essere rinnovato. L’intenzione, insomma, è quella di andare avanti insieme, forti anche del legame profondo che c’è tra l’allenatore e il patron Joey Saputo. Allo stesso tempo c’è però da registrare un contatto che il Bologna avrebbe avuto con l’attuale tecnico della Svizzera Vladimir Petkovic. Si tratterebbe di un sondaggio perlustrativo, niente di più di una cautela qualora la conferma di Donadoni non dovesse andare in porto per la possibilità (ad oggi remota) che sia lo stesso tecnico a non voler più proseguire il rapporto. Da quel che è emerso, peraltro, Petkovic avrebbe voglia di ritrovare il clima del campionato, ma prima vuole centrare la qualificazione al Mondiale con la Nazionale elvetica. Oltre a quello di Petkovic, sta circolando – sempre per gli stessi motivi e sempre nel campo delle ipotesi – il nome di Marco Baroni, che sta facendo grandi cose a Benevento in Serie B.