Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Domani visite mediche e test per Dzemaili, Krafth ed Helander

RS, 28/05/2016

Arrivi, cessioni e conferme: il mercato pronto a entrare nel vivo ‒ Si è tenuto nelle ultime ore a Montreal l’annunciato summit tra i massimi dirigenti rossoblù presenti in questi giorni in Canada. Dopo il confronto con la realtà degli Impact su allenamenti e rapporti con i giocatori, c’è stata dunque l’occasione per confrontarsi sulla squadra della prossima stagione. Cinque i possibili innesti, tutti potenziali titolari. Riccardo Bigon (la cui ufficialità resta programmata per l’inizio della prossima settimana) stima più di un giocatore che ha avuto quest’anno all’Hellas (vedi Helander, Viviani e Ionita, peraltro seguito da diversi club di Serie A) e qualcuno potrebbe diventare oggetto di trattativa. Nei prossimi giorni, alla porta del Bologna potrebbe peraltro tornare a bussare Pablo Bentancourt, agente di Gaston Ramirez. Il contratto con il Middlesbrough è scaduto e il Southampton (dove ha giocato la seconda parte di stagione in prestito, con 7 reti e 4 assist in 18 partite) non lo riscatterà. Per ora quella Bologna resta una semplice ipotesi, dal momento che il primo club contattato in Italia è il Torino, ma a gennaio si era parlato di un ritorno del Niño in rossoblù e non è escluso che, memore di quell’interesse, l’entourage del giocatore rinnovi i contatti.
Per quanto riguarda il denaro che sarà a disposizione per il mercato, lo scorso anno era stato previsto un piano triennale e, come noto, è stata utilizzata anche una parte dei soldi preventivati per le prossime stagioni. Resterebbe un tesoretto di circa 10 milioni, passibile ovviamente di aumento con il denaro che arriverà dalle cessioni. Diawara è seguito in Italia e all’estero, con il Valencia deciso a fare sul serio, in aggiunta in particolare ai club inglesi. Resta da decidere se cederlo subito o attendere, così come resta l’idea di fondo dei dirigenti rossoblù: verrà ceduto solo in caso di una valutazione congrua, che comprenda non solo il valore attuale del giocatore ma anche quello potenziale in vista del futuro. Tradotto in cifre, siamo intorno ai 15 milioni. C’è però una sorta di piano B, ovvero cedere altri giocatori, e in questo caso potrebbero essere valutate, ad esempio, le posizioni di Oikonomou, Pulgar e Mounier. È stata invece al momento rispedita al mittente l’offerta del Betis Siviglia per Mbaye, ma la situazione sulla fascia destra (dove sulla carta già ci sono Rossettini, Ferrari e Krafth) potrebbe essere tra quelle da analizzare.
Infine, le conferme. Maietta ha ancora un altro anno di contratto e per Donadoni rientra tra gli incedibili, non solo per la sua affidabilità in campo ma anche per la sua guida fuori dal campo. Non è escluso un rinnovo, in ogni caso a determinate condizioni economiche. Per gli stessi motivi (rendimento in campo unito all’esperienza) il tecnico non disdegnerebbe neppure le conferme di Brighi e Brienza, entrambi in scadenza, ma anche in questo caso l’intesa si potrà eventualmente trovare a determinate condizioni economiche: probabilmente, cifre più basse per quanto riguarda la parte fissa rispetto a quelle della stagione che si è conclusa da poco.