RS, 29/12/2016

RS, 29/12/2016

Ritmi intensi in partitella, ne fanno le spese Dzemaili e Okwonkwo. Morleo verso Bari, si chiude un’era ‒ Doppia seduta d’allenamento ieri per il Bologna, e ritmi decisamente intensi in partitella, al punto che alla fine si sono dovute riaprire le porte dell’infermeria. Nulla di serio, ma si sono rese necessarie le cure (e le fasciature) dei medici per Blerim Dzemaili e Orji Okwonkwo, che hanno fatto le spese di qualche entrata non certo soft. Nessuna conseguenza, anzi la dimostrazione che l’intensità tanto cara a Roberto Donadoni non manca. Con la prima squadra si sono allenati anche alcuni ragazzi della Primavera: insieme a Okwonkwo si è rivisto, tra gli altri, anche Aaron Mattia Tabacchi. Oltre a Simone Verdi e Umar Sadiq, che hanno svolto terapie all’Isokinetic, ieri erano invece assenti Erick Pulgar e Godfred Donsah, che hanno lavorato in palestra e da oggi dovrebbero tornare in gruppo.
Non c’era neanche Archimede Morleo, che sta per trovare l’intesa con il Bari: dopo sei anni, sarà la  fine della sua avventura in rossoblù. Per certi versi si chiude un’era, visto che con il terzino sinistro a Bologna si sono alternati sei presidenti (Porcedda, Zanetti, Pavignani, Guaraldi, Tacopina e Saputo), nove allenatori (Colomba, Magnani, Malesani, Bisoli, Pioli, Ballardini, Lopez, Rossi, Donadoni) e cinque direttori sportivi (Longo, Zanzi, Fusco, Corvino, Bigon). Nel mezzo le storie dello scampato fallimento, della retrocessione e della promozione, la fascia di capitano e un atteggiamento da professionista sempre molto apprezzato. Salvo colpi di scena, quindi, Morleo concluderà la sua avventura sotto le Due Torri con 140 presenze e un gol, quello al Catania, che di fatto neppure è riuscito a godersi perché ha comunque segnato la retrocessione in B.
Restando sul fronte uscite, c’è da registrare l’interesse di Novara, Bari e Cesena per Sergio Floccari, mentre Marios Oikonomou ha qualche estimatore in Europa ma ancora nessuna offerta vera e propria è arrivata sui tavoli di Casteldebole. Per Anthony Mounier, intanto, resta viva l’ipotesi di un ritorno in Francia. In quanto agli arrivi, il nome caldo continua ad essere quello di Alessio Cerci: l’esterno ha rimesso piede in campo per una mezzora nei giorni scorsi in Copa del Rey, prendendosi tra l’altro l’ovazione del Vicente Calderon. Il vice di Diego Pablo Simeone, ‘El Mono’ Burgos, ha spiegato che «è un gran giocatore, la gente lo ama e ora è a disposizione». Ieri sera il giocatore era al raduno post-natalizio della squadra e ha parlato a lungo con lo stesso Simeone. Oggi intanto si saprà se il suo nome verrà inserito fra i convocati per l’amichevole che l’Atletico disputerà domani in Arabia Saudita. In questo caso, potrebbe significare che il tecnico intende valutare la sua condizione e la tenuta fisica. Da sottolineare c’è anche il fatto che, per una violazione FIFA sul tesseramento dei giocatori minorenni, nel 2017 l’Atletico non potrà fare mercato, e senza nuovi innesti non è escluso che anche Cerci possa tornare utile. Determinante sarà anche il parere del fondo di investimenti del Qatar che detiene parte del cartellino del giocatore. In Spagna si parla di un prestito con diritto di riscatto fissato a 8-10 milioni, il che sarebbe di fatto sinonimo di prestito secco.
Nei prossimi giorni se ne saprà di più, e in ogni caso il mercato del Bologna potrebbe entrare nel vivo dopo la gara con la Juventus, ovvero quando si avranno le idee più chiare anche sui tempi di recupero di Simone Verdi e Umar Sadiq. Restano sul taccuino di Riccardo Bigon i nomi di Amato Ciciretti del Benevento e Vittorio Parigini, in prestito dal Torino al Chievo, e nelle ultime ore sarebbe stato offerto Riccardo Orsolini dell’Ascoli. Più difficili le piste che portano a Jonathan Biabiany, Victor Ibarbo e Juan Manuel Iturbe. L’idea Ante Budimir della Sampdoria resta in standby, anche perché prima il Bologna vuole appunto capire quanto potrà riavere Sadiq. Con il Torino, infine, il Bologna deve definire la situazione di Alfred Gomis, e nei giorni scorsi si era parlato del possibile interesse per Josef Martinez. Sarebbe invece stato respinto al mittente l’interesse dei granata per Godfred Donsah.