Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Rassegna stampa 06/06/2018

RS, 29/11/2016

Pochi gol e le occasioni calano. Intanto, presto altri 10-15 milioni da Saputo ‒ 9 punti nelle prime 5 giornate, poi il calo. A testimoniarlo sono anche i numeri, che raccontano di una vittoria nelle ultime 9 gare, 7 gol fatti e 12 subiti, e la rete inviolata che manca dal 2-0 sulla Sampdoria, il 21 settembre. Complessivamente i gol segnati sono 14, una media di 1 a gara, meglio solo delle ultime 4 in classifica. Per quanto riguarda le conclusioni, il Bologna è al 17° posto della particolare classifica, con 110 tiri: a seguire ci sono il Crotone (105), l’Empoli (104) e il Palermo (99). Domenica scorsa è stato anche un Bologna più lungo in campo, con 34 metri, mentre raramente sotto la gestione Donadoni si sono superati i 30. I palloni persi sono stati 44 (anche i subentrati ne hanno perso almeno uno) mentre la media delle cinque migliori partite dei rossoblù (le 4 vittorie e il pari con il Sassuolo) era stata di 23,2. Ieri, peraltro, sui social si sono fatti sentire i tifosi ungheresi con l’hashtag #NoNagyNoParty. Forse non è un caso che tre prestazioni piuttosto negative del Bologna – contro Torino, Fiorentina e Atalanta – siano coincise con la sua assenza in campo almeno nell’undici iniziale.
Intanto, il chairman Joey Saputo provvederà presto ad un nuovo aumento di capitale. La cifra, al momento indicativa, è di 10-15 milioni, e servirà per il bilancio del primo semestre del prossimo anno: i soldi arriveranno quindi entro giugno. Il primo semestre di quest’anno si era chiuso con un passivo di 32,8 milioni, a cui aveva fatto seguito un abbattimento del capitale sociale. Per il secondo semestre di quest’anno a tenere i conti in linea di galleggiamento provvederà la plusvalenza realizzata con la cessione di Amadou Diawara (circa 13 milioni più uno di bonus).