Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Oltre a Verdi, altri dieci rossoblù convocati dalle rispettive Nazionali

RS, 31/08/2016

Torosidis e Sadiq ci sono. Oggi Helander, e poi? Il gol resta un problema ‒ Con la ripresa degli allenamenti (oggi doppia seduta in programma) e le ultime ore di mercato, in casa Bologna si preannuncia una giornata particolarmente intensa. Il pesante tonfo di Torino ha mostrato, oltre agli errori in fase difensiva, quanto il problema del gol non possa ancora dirsi risolto, per una squadra che lo scorso anno è stata il fanalino di coda della Serie A da questo punto di vista. Appena 33 le reti segnate nel 2015-2016, e se ne sono andati i 7 gol di Giaccherini, i 3 a testa di Rossettini e Brienza e il gol di Mancosu. C’è però anche una nota positiva, che ha il nome e il volto di Saphir Taider. Sua la rete della speranza al Torino, ed è la seconda ufficiale in stagione dopo il gol al Trapani in Coppa Italia. Sostanzialmente, è già eguagliato il bottino di reti arrivato lo scorso anno dalla mediana, quando a referto erano andati i 2 sigilli di Donsah.
Sul fronte mercato, intanto, ieri è stata la prima giornata in rossoblù per Vasilis Torosidis, che ha svolto le visite mediche, ha fatto tappa in sede e poi ha raggiunto la sua Nazionale, dove tra l’altro troverà Marios Oikonomou. Piccolo giallo, invece, per Umar Sadiq: era atteso anche lui a Bologna, ma nell’allenamento di lunedì ha subito una botta che ha reso necessari ulteriori accertamenti da parte dello staff medico giallorosso. Nulla di serio, per l’appunto solo una botta, e ieri sera anche l’attaccante ha raggiunto le Due Torri.
Oggi dovrebbe essere perfezionato lo scambio con il Verona tra Filip Helander e Nicolò Cherubin, mentre ieri c’è stato un tentativo dell’Udinese per Ibrahima Mbaye. Quella dell’esterno destro è una delle situazioni da definire, mentre alla fine dovrebbe restare Anthony Mounier, sul quale comunque ci sono stati un paio di sondaggi da parte di club francesi. Salvo trattative in extremis, si va verso la risoluzione del contratto (con annessa buonuscita) per Robert Acquafresca e Luca Ceccarelli, che a quel punto saranno poi liberi di accasarsi.  A quanto continua a filtrare da Casteldebole, non ci sarà da attendersi un colpo dell’ultima ora, ma certo è facile ipotizzare che fino alla fine la dirigenza rossoblù terrà monitorate le varie ipotesi.