Mazzoleni cuore Fortitudo sempre al Palazzo, ora qualcuno gli dica di non fare più danni al Bologna

Mazzoleni cuore Fortitudo sempre al Palazzo, ora qualcuno gli dica di non fare più danni al Bologna

Leggo Luca Bottura sul Corriere e sposo in pieno la sua idea, quella che Masina e Oikonomou hanno apparecchiato la piccola truffa sportiva altrui. Nel senso che l’errore di Masina e in parte quello di Oikonomou, in parte perché poi il fallo non lo avevano commesso, restano, ma non dobbiamo dimenticarci quello che ha fatto Mazzoleni. Maledetto quel pallone che Adam e il greco non hanno buttato via, facendo così morire la partita, ma maledetta anche quella decisione dell’addizionale. Che se non vede da due metri la simulazione di Wallace, evidenzia  come l’addizionale non serva a niente. Come ha detto anche Baldas, ex arbitro internazionale, e come ha ripetuto Paolo Casarin, designatore arbitrale per una vita.
Insomma, il discorso è uno solo. Quel rigore non c’era, e doveva a tutti i costi capirlo Mazzoleni. Che tutte le volte che incrocia il Bologna fa dei danni. L’ultima, in Bologna-Carpi, quando non vide un fallo di mano solare in area di rigore. E non dimentichiamo neanche quella pessima direzione in Bologna-Udinese vinta dall’Udinese, e quel rigore dato all’Inter che la moviola dimostrò non esserci, un paio di anni fa. Un giorno Guidolin gli chiese se era tifoso della Lazio, Mazzoleni gli rispose che l’aquila che lui intendeva era quella della Fortitudo. Non a caso tutte le volte che può va al Palazzo a vederla giocare, da grande tifoso qual è. E allora, considerato che tanti tifosi della Fortitudo sono anche tifosi del Bologna, quando lo vedono al Palazzo gli chiedano quanto meno di fare più attenzione, perché non è possibile che appena incrocia il Bologna commetta un errore ai suoi danni.
Certo, ci sarebbe anche da chiedersi perché la società non si fa sentire con il Palazzo del calcio, ma non ci sorprendiamo, non si faceva sentire in Serie B e figuriamoci se può fare la voce grossa in Serie A. Soprattutto di questi tempi. I soliti avvocati difensori: non è escluso che il Bologna lo faccia a fari spenti. Bene, se lo fa, alla luce di quello che sta succedendo, di sicuro non viene considerato neanche di striscio. Ma personalmente credo non lo faccia, troppo compromettente.

© Riproduzione Riservata