Barrow e Palacio sanno sempre come si fa, il Bologna saluta Pinzolo con un 2-0 alla Feralpisalò

Barrow e Palacio sanno sempre come si fa, il Bologna saluta Pinzolo con un 2-0 alla Feralpisalò

Al centro sportivo Pineta di Pinzolo, nell’ultimo giorno di ritiro, il Bologna sfida in amichevole la Feralpisalò, formazione lombarda di Serie C. Senza i sei nazionali e gli infortunati Medel e Santander, la coppia De Leo-Tanjga presenta in campo un 4-2-3-1 con Da Costa in porta, Corbo, Danilo, Denswil e Dijks in difesa, Donsah e Poli in mediana, Juwara, Soriano e Barrow sulla trequarti e Palacio di punta. Gli avversari, guidati in panchina da Pavanel, optano invece per un 4-3-3 con l’ex Fiorentina Carraro in cabina di regia e Miracoli centravanti, sostenuto sulle corsie laterali da Ceccarelli e D’Orazio, talento classe 2000 di proprietà della Roma.
I rossoblù, con indosso la nuova terza maglia grigia e nera, rischiano subito grosso su un tiro dalla distanza proprio di D’Orazio che sibila vicino al palo, poi prendono contatto col match e al 9’ trovano il vantaggio: discesa di Juwara sulla destra e suggerimento basso al centro, velo di Palacio e perfetto piattone nell’angolino del solito Barrow. Al 15’, dopo una pregevole combinazione tra Dijks e Palacio, il gambiano si vede cancellare la doppietta da un grande intervento di De Lucia, ma due minuti dopo ci pensa il ‘Trenza’ a realizzare il 2-0 con una splendida conclusione a giro dal limite che si insacca quasi all’incrocio.
Feralpisalò ancora pericolosa al 22’, quando serve un super Da Costa per neutralizzare una perentoria incornata di Miracoli su azione da corner, poi al 28’ è Juwara ad alzare troppo la mira sempre di testa su cross di un pimpante Dijks. Attorno alla mezzora altra bella iniziativa di Palacio, che si invola sulla corsia mancina, arriva davanti a De Lucia e appoggia nel mezzo un pallone che l’accorrente Soriano (ostacolato forse fallosamente da Bacchetti) spedisce sopra la traversa a porta sguarnita. Qualche giro di lancette prima dell’intervallo, infine, Juwara si avventa su un traversone dalla bandierina di Barrow che coglie impreparato il portiere gardesano, ma non impatta bene la sfera.
Dopo la pausa, il Bologna rientra sul rettangolo verde vistosamente cambiato negli interpreti: Ravaglia tra i pali, retroguardia formata da Mbaye, Corbo (e in seguito Bani), Tomiyasu e Khailoti, coppia di centrocampo Schouten-Dominguez e là davanti il giovanissimo Rocchi supportato da Sansone, Vignato e Kingsley. Diversi cambi anche tra gli ‘ospiti’, a cominciare dal portiere Liverani, che al 7’ smanaccia una botta di Dominguez dai venti metri e al 10’ si oppone in uscita bassa su Sansone, lanciato a rete proprio dall’ex Vélez. Al 15’ ci prova allora Rocchi su assist di Vignato, ma la sua conclusione viene sporcata in angolo, poi al 18’ Sansone impegna di nuovo Liverani con un destro potente ma troppo centrale.
L’estremo difensore della Feralpisalò è protagonista anche al 28’, quando nega la gioia personale prima a Rocchi e quindi a Vignato con due incredibili respinte di piede, mentre al 34’ è Sansone a divorarsi il tris arrivando sì puntuale su un preciso cross dell’onnipresente Kingsley (il migliore dei felsinei nella ripresa) ma calciando incredibilmente sul fondo col portiere scavalcato dalla traiettoria e tutto lo specchio a disposizione. L’ultimo tentativo è di Dominguez, anche lui apparso molto lucido e propositivo, ma Liverani controlla la staffilata dell’argentino senza particolari affanni.
La gara, che sul fronte rossoblù ha visto frangenti disputati su buoni ritmi e altri decisamente più soporiferi, come prevedibile dopo dieci giorni di lavoro intenso, si conclude così 2-0 per il Bologna, che saluta il Trentino senza subire gol (è pur sempre una notizia…) e mandando a segno i suoi due principali attaccanti, in attesa del rientro di Orsolini. Una piccola ma significativa iniezione di fiducia in vista del prossimo futuro, con Poli e compagni che sabato 12 sfideranno in amichevole la Virtus Entella a Casteldebole e lunedì 21 faranno il loro esordio in campionato affrontando il Milan a San Siro.

BOLOGNA-FERALPISALÒ 2-0

BOLOGNA 1° TEMPO (4-2-3-1): Da Costa; Corbo, Danilo, Denswil, Dijks; Donsah, Poli; Juwara, Soriano, Barrow; Palacio.
All.: Mihajlovic (De Leo e Tanjga in panchina)

BOLOGNA 2° TEMPO (4-2-3-1): Ravaglia; Mbaye, Corbo (25’ st Bani), Tomiyasu, Khailoti; Schouten, Dominguez; Kingsley, Vignato, Sansone; Rocchi.
All.: Mihajlovic (De Leo e Tanjga in panchina)

FERALPISALÒ (4-3-3): De Lucia (1’ st Liverani); Bergonzi (1’ st Rinaldi), Bacchetti (1’ st Rizzo), Legati, Brogni; Gavioli (1’ st Valtulini), Carraro (32’ st Libera), Guidetti; Ceccarelli (12’ st Vitturini); Miracoli (1’ st De Cenco), D’Orazio (17’ st Pinardi).
All.: Pavanel

Arbitro: Bordin di Bassano del Grappa
Ammoniti:
Espulsi:
Marcatori: 9’ pt Barrow (B), 17’ pt Palacio (B)
Recupero: 0’ pt, 1’ st

Simone Minghinelli

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it