Danilo, leader indiscusso della retroguardia rossoblù e non solo, si è presentato in mixed zone al termine di Roma-Bologna e ha commentato così la fantastica vittoria per 3-2 ottenuta dai rossoblù: Vince chi segna di più – «Il nostro stile di gioco ci porta a rischiare di prendere gol, oggi la nostra linea difensiva è stata spesso a ridosso del centrocampo. È l’impronta che ci ha dato il mister fin dal primo giorno, io stesso ormai ripeto spesso ai miei compagni che l’importante è segnare un gol in più degli altri. La difesa è un meccanismo complesso, appena si sbaglia un movimento si rischia di incassare una rete e oggi è successo due volte, ma allo stesso tempo credo che potessimo segnarne quattro o cinque, per cui va bene così». Un unico rammarico – «Siamo un bel gruppo, eravamo uniti sin dall’inizio dell’anno e ci siamo cementati ancora di più dopo la malattia del mister. Ora vedo un sacco di ragazzi giovani divertirsi in campo e sono contento, io stesso mi diverto e mi rammarico per aver conosciuto Mihajlovic così avanti nella mia carriera». Una gara per volta – «L’anno scorso arrivando decimi abbiamo fatto un mezzo miracolo, quest’anno abbiamo dovuto affrontare una serie di difficoltà dovute alla malattia del mister e ai tanti infortuni, ma ora tutto sta cominciando a girare, anche grazie a un mercato di gennaio molto intelligente che ci sta dando una grande mano. Dobbiamo continuare così, riposarci ma poi guardare subito alla prossima partita, perché sappiamo che basta una sconfitta per far cambiare il tono dei commenti». Idee chiare – «Per mantenere questa classifica e questo trend di risultati dobbiamo approcciare le prossime due gare in casa come abbiamo fatto nei primi tempi contro Brescia e Verona, perché troveremo squadre difficili da affrontare per quello che è il nostro gioco. Loro proveranno a chiudersi, il nostro compito sarà invece quello di cercare subito di sbloccare la gara e centrare altri successi».

Danilo: “Gruppo unito e che si diverte, ora gira tutto. Mi dispiace aver conosciuto Sinisa così avanti nella mia carriera”

Danilo, leader indiscusso della retroguardia rossoblù e non solo, si è presentato in mixed zone al termine di Roma-Bologna e ha commentato così la fantastica vittoria per 3-2 ottenuta dai rossoblù:

Vince chi segna di più – «Il nostro stile di gioco ci porta a rischiare di prendere gol, oggi la nostra linea difensiva è stata spesso a ridosso del centrocampo. È l’impronta che ci ha dato il mister fin dal primo giorno, io stesso ormai ripeto spesso ai miei compagni che l’importante è segnare un gol in più degli altri. La difesa è un meccanismo complesso, appena si sbaglia un movimento si rischia di incassare una rete e oggi è successo due volte, ma allo stesso tempo credo che potessimo segnarne quattro o cinque, per cui va bene così».

Un unico rammarico – «Siamo un bel gruppo, eravamo uniti sin dall’inizio dell’anno e ci siamo cementati ancora di più dopo la malattia del mister. Ora vedo un sacco di ragazzi giovani divertirsi in campo e sono contento, io stesso mi diverto e mi rammarico per aver conosciuto Mihajlovic così avanti nella mia carriera».

Una gara per volta – «L’anno scorso arrivando decimi abbiamo fatto un mezzo miracolo, quest’anno abbiamo dovuto affrontare una serie di difficoltà dovute alla malattia del mister e ai tanti infortuni, ma ora tutto sta cominciando a girare, anche grazie a un mercato di gennaio molto intelligente che ci sta dando una grande mano. Dobbiamo continuare così, riposarci ma poi guardare subito alla prossima partita, perché sappiamo che basta una sconfitta per far cambiare il tono dei commenti».

Idee chiare – «Per mantenere questa classifica e questo trend di risultati dobbiamo approcciare le prossime due gare in casa come abbiamo fatto nei primi tempi contro Brescia e Verona, perché troveremo squadre difficili da affrontare per quello che è il nostro gioco. Loro proveranno a chiudersi, il nostro compito sarà invece quello di cercare subito di sbloccare la gara e centrare altri successi».

Foto: bolognafc.it