Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Finisce 2-2 l'amichevole mattutina contro l'Olimpija Ljubljana, per il Bologna in rete Palacio e Poli

Finisce 2-2 l’amichevole mattutina contro l’Olimpija Ljubljana, per il Bologna in rete Palacio e Poli

Alle 11 di questa mattina, presso il centro tecnico Niccolò Galli di Casteldebole, il Bologna ha disputato un’amichevole contro gli sloveni dell’Olimpija Ljubljana. Lo staff di Sinisa Mihajlovic ha schierato i rossoblù secondo un 4-2-3-1 con Da Costa tra i pali, un’inedita linea difensiva composta da Mbaye, Corbo, Denswil e Paz, Dzemaili e Schouten davanti alla retroguardia e il trio Soriano-Orsolini-Palacio dietro al centravanti Santander. Non inserito in distinta, oltre ai vari nazionali (nello specifico, l’infortunato Tomiyasu è bloccato in Giappone dal tifone Hagibis, e a causa della cancellazione di alcuni voli farà probabilmente ritorno sotto le Due Torri solo mercoledì prossimo), anche Destro: l’attaccante ascolano è alle prese con i postumi di una contusione al ginocchio rimediata contro la Roma e inizialmente parsa di lieve entità, e sta seguendo un percorso di recupero personalizzato che quasi certamente lo porterà a saltare il match di Torino.
La partita si è sbloccata dopo cinque minuti di gioco: bravo Schouten a pescare Palacio in profondità e altrettanto bello il tocco morbido con cui Rodrigo ha superato Orbanic in uscita bassa. L’Olimpija ha però reagito con carattere, mantenendo il possesso palla e impensierendo Da Costa con un paio di conclusioni da fuori area: sulla prima il brasiliano si è fatto trovare pronto, la seconda è invece terminata a lato di poco. Il più brillante fra i felsinei è parso il solito Palacio, pericoloso in attacco e generoso in ripiegamento. Un po’ sottotono, invece, Orsolini, che poco dopo la mezzora ha lasciato posto al giovane Juwara.
La gara è proseguita nel secondo tempo in maniera gagliarda, con l’ingresso di Sarr e la variante tattica di Poli inserito al posto di Palacio: l’ex Sampdoria è andato ad affiancare Schouten in mezzo al campo, Dzemaili è stato spostato sottopunta e Soriano si è allargato sulla sinistra. Un quarto d’ora è stata invece la volta del rientrante Dijks e di Sansone, in luogo di un Corbo molto ordinato e di uno Schouten diligente ma un po’ compassato. Ha quindi trovato spazio anche il capitano della Primavera Mazza, entrato per far rifiatare un Soriano che in un’ora abbondante di gioco ha ricoperto tre posizioni diverse.
Al 23′ Lupeta è scattato sulla sinistra, ha superato Mbaye e crossato al centro un pallone che, complice un rimpallo, gli è tornato addosso: il gigante portoghese si è allora coordinato e ha trafitto un Sarr non impeccabile con un tiro forte ma centrale. Dopo il pareggio sono scesi sul rettangolo verde anche Bani, Lunghi e Rocchi per Denswil, Dzemaili e Mbaye, e il Bologna ha ritrovato subito il vantaggio, con un bel diagonale di Santander che è stato però vanificato da un fuorigioco dello stesso ‘Ropero’.
A dieci giri di lancette dal termine, su un disimpegno errato del portiere, i rossoblù sono poi riusciti a riportarsi per davvero in vantaggio con Poli, che ha intercettato un passaggio dell’estremo difensore avversario e dal limite dell’area lo ha superato con un pregevole pallonetto. Nel finale Visconti e Koutsoupias hanno rilevato Paz e Santander, il tutto mentre la sfida sembrava destinata a scivolare placidamente sul 2-1, ma proprio all’ultimo istante l’Olimpija ha trovato il 2-2 con un velenoso diagonale di Cekici.
Il Bologna ha quindi chiuso con un pareggio un buon test, utile per mantenere il ritmo partita e per vedere all’opera i giocatori fin qui meno utilizzati e alcuni Primavera. I ragazzi di Mihajlovic, dopo due giorni liberi, riprenderanno ad allenarsi martedì pomeriggio, quando la preparazione alla sfida contro la Juventus inizierà ad entrare nel vivo.

BOLOGNA-OLIMPIJA LJUBLJANA 2-2

BOLOGNA (4-2-3-1): Da Costa (10′ st Sarr); Mbaye (27′ st Lunghi), Corbo (11′ st Dijks), Denswil (24′ st Bani), Paz (36′ st Visconti); Dzemaili (27′ st Rocchi), Schouten (11′ st Sansone); Orsolini (30′ pt Juwara), Soriano (19′ st Mazza), Palacio (1′ st Poli); Santander (40′ st Koutsoupias).
All.: Mihajlovic (De Leo e Tanjga in panchina)

OLIMPIJA LJUBLJANA (4-3-3): Orbanic; Boakye, Bagnack, Samardzic (1′ st Gorenc), Jurcevic (11′ st Andrejasic); Knezevic (1′ st Putincanin), Tomic, Menalo (31′ st Kregar); Savic (31′ st Cekici); Lupeta, Vukusic (44′ pt Kidric).
All.: Hadzic

Arbitro: Rapuano di Rimini
Ammoniti:
Espulsi:
Marcatori: 5′ pt Palacio (B), 23′ st Lupeta (O), 35′ st Poli (B), 44′ st Cekici (O)
Recupero: 2′ pt, 2′ st

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it