Mihajlovic:

Mihajlovic: “Nel primo tempo ci siamo adeguati ai loro ritmi, meglio nella ripresa. Per il salto di qualità difensore, punta e tenere i migliori, ma capisco sia difficile”

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate prima ai microfoni di Sky Sport e poi in conferenza stampa dal tecnico rossoblù Sinisa Mihajlovic al termine di Udinese-Bologna 1-1.

Pareggio giusto – «Non avremmo meritato la sconfitta, l’Udinese ha fatto un solo tiro in porta. Potevamo persino vincerla, perché in più di un’occasione ci siamo resi pericolosi, ma quando proprio non riesci a vincere l’importante è non perdere».

Buon impatto di Orsolini – «Non solo lui può ancora crescere molto, tanti giovani che hanno giocato oggi hanno grandi margini di miglioramento, hanno soltanto bisogno di giocare e con continuità».

Cambi decisivi – «Ad un certo punto ho sostituito praticamente tutti nel reparto avanzato, ma i ragazzi sono stati intelligenti e non hanno mai mollato. Nel primo tempo ci siamo adeguati ai loro ritmi, sbagliando, mentre nel secondo abbiamo impresso i nostri e siamo andati meglio».

Vignato, è solo l’inizio – «Vignato ha fatto un primo tempo decisamente sottotono, come tutta la squadra, poi però è cresciuto nella ripresa. È un giovane sicuramente forte e noi lo consideriamo un giocatore importante, ma come normale che sia deve ancora migliorare molto».

Mercato alle porte – «Per il famoso salto di qualità, come ho già detto, bisognerebbe trattenere i giocatori migliori e aggiungere una punta e un difensore centrale. Questo nel mondo ideale, ma so che non si può e quindi dovremo vedere come evolverà il mercato. I nomi dei nuovi acquisti? Quelli si trovano, il problema sono i soldi (sorride, ndr). Siamo ambiziosi e al presidente Saputo ho detto ciò che ci serve, ma è difficile da realizzare e posso capirlo. Comunque anche le cessioni non le decidiamo noi, dipenderà da quali offerte ci arriveranno».

Tra presente e futuro – «Quest’anno il nostro merito è stato quello di rimanere sempre fuori dalla lotta salvezza, che ha visto invece coinvolte molte altre squadre. Nelle prossime tre partite ci saranno degli esordi e qualche elemento che ha giocato meno avrà la chance di scendere in campo, ci serviranno anche per preparare e strutturare il prossimo campionato».

Foto: Imago Images