Mihajlovic:

Mihajlovic: “Peccato, abbiamo preso due gol evitabili e siamo stati troppo timidi. Barrow oggi non è una punta, ma può diventarlo”

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate prima ai microfoni di DAZN e poi in conferenza stampa dall’allenatore rossoblù Sinisa Mihajlovic al termine di Juventus-Bologna 2-0.

Juventus fortunata ma più forte, Bologna troppo timido – «Siamo belli ma non balliamo, e siamo anche stati sfortunati. Abbiamo preso due gol evitabili, il primo su deviazione e il secondo per aver perso una marcatura individuale. La Juve ha vinto meritatamente, ma noi avremmo dovuto essere più incisivi negli ultimi metri, invece siamo stati timidi ei soprattutto nel primo tempo, non abbastanza intensi. I primi venti minuti della ripresa li abbiamo interpretati molto bene, poi il 2-0 ha praticamente chiuso la partita, anche se Arthur andava espulso per doppia ammonizione e qualcosa poteva ancora succedere. Peccato, in linea generale sono contento dell’atteggiamento ma potevamo confidare di più nelle nostre possibilità di buttarla dentro».

Scelta errata – «All’inizio abbiamo invertito la posizione di Schouten e Svanberg per mettere Jerdy su McKennie, ma così il nostro centrocampo ha faticato. Nella ripresa li ho scambiati e hanno fatto meglio, segno che purtroppo abbiamo sbagliato la lettura iniziale».

Dominguez così così – «Dominguez sta facendo molto meglio rispetto all’anno scorso, lo considero un titolare e a seconda della partita schiero lui o un altro. Oggi ha sbagliato qualche passaggio di troppo, ma non l’atteggiamento, e questa è la cosa importante».

Musa crescerà – «Barrow non è ancora giudicabile come prima punta, per ora è una seconda punta o un esterno offensivo di sinistra. Per fortuna in squadra abbiamo un giocatore come Palacio, in settimana li facciamo lavorare sempre insieme. Sono sicuro che Musa imparerà a ricoprire anche questo ruolo, e che quando avrà le occasioni inizierà anche a segnare».

Attacco sterile – «Se ci potrebbe servire una punta che riempia di più l’area? Non lo so, abbiamo caratteristiche diverse, magari con un giocatore del genere giocheremmo peggio».

Foto: Imago Images