Motta: “Meritavamo qualcosa in più, per l’Atalanta due tiri e due gol. La prestazione mi fa essere ottimista, ora servono i risultati”

Tempo di Lettura: 2 minuti

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate prima ai microfoni di DAZN e Sky Sport e poi in conferenza stampa dal tecnico rossoblù Thiago Motta al termine di Bologna-Atalanta 1-2.

Analisi della partita – «Sono dispiaciuto, credo che per la prova offerta avremmo potuto ottenere qualcosa in più, ma è pur vero che nel calcio se esci sconfitto è perché te lo sei meritato. Nel primo tempo avevamo giocato molto bene, però l’Atalanta per caratteristiche tende ad alzare il livello nella ripresa e l’ha fatto anche oggi. Nei primi dieci minuti del secondo tempo ci è mancata l’attenzione che avevamo avuto per tutto il resto della gara, ma nonostante questo non abbiamo concesso molto, purtroppo loro con due tiri hanno trovato due gol. È stata una gara equilibrata, non posso ritenermi soddisfatto a causa del risultato ma sicuramente siamo stati in partita contro una grande avversaria, e questo mi fa essere ottimista per il futuro. Ora non ci resta che lavorare per prepararci al meglio alla trasferta di Udine».

«Dobbiamo essere più continui, bisogna mantenere per più tempo possibile il ritmo che cerchiamo di imporre alla gara. Oggi la prestazione si è vista ed è un aspetto importante, perché i risultati ne sono una conseguenza, ma questo non ci basta: vogliamo sempre vincere e oggi purtroppo non ci siamo riusciti».

Aspetti da migliorare – «Sul tiro di Koopmeiners potevamo essere più aggressivi? Il grande merito va a lui per aver trovato una bellissima rete, poi è chiaro che quando si subisce un gol significa che un errore è stato commesso. Ci sono dei piccoli dettagli che possiamo migliorare e lavoreremo per farlo».

Uno sguardo all’attacco – «Sono contento dell’atteggiamento e dello spirito di tutto il collettivo. Sansone ha giocato bene così come Orsolini, che in avanti ha fatto ciò che sa fare e si è destreggiato bene in entrambe le fasi: può dare tanto a questo gruppo. Raimondo? Si allena con noi e ha la possibilità di crescere, quando lo vedrò pronto gli concederò spazio».

Due gialli pesanti – «Le ammonizioni a Gary e Nico fanno parte del gioco, andremo a Udine coi giocatori disponibili e cercheremo di fare comunque una buona gara».

Foto: Getty Images (via OneFootball)