Orsolini:

Orsolini: “Non sono un fenomeno e se finisco in panchina lo accetto, con Mihajlovic ho un rapporto speciale”

Solo applausi per Riccardo Orsolini, autore quest’oggi di una prestazione maiuscola e di due gol decisivi in casa del Lecce (il secondo una vera e propria perla). Ecco le dichiarazioni che l’attaccante classe 1997 del Bologna, corsaro 3-2 al Via del Mare, ha rilasciato subito dopo il fischio finale ai microfoni di Sky Sport:

Vittoria col brivido – «Siamo molto contenti della vittoria, anche se il mister si è giustamente arrabbiato per come ci siamo rilassati nel finale».

Legame unico con Sinisa – «Con Mihajlovic ho sempre avuto un rapporto speciale, che dopo la sua malattia si è intensificato ancora di più. Sa pungolarmi nel modo giusto, usando bastone e carota, grazie ai suoi consigli sto migliorando sempre di più. La sostituzione di Napoli e la panchina contro il Milan le ho accettate serenamente, nel calcio sono cose giuste e normali se non stai attraversando un momento di forma smagliante».

Gary, che coraggio! – «Ero lontano dal parapiglia e non so niente del battibecco tra Medel e Mihajlovic, se non che si sono già chiariti e che Gary ha avuto proprio un bel coraggio (ride, ndr)».

Piedi per terra – «Il secondo è un gol da fenomeno? No, non direi, per poter essere definito fenomeno ne devo ancora fare di strada…».

Foto: bolognafc.it