Svanberg:

Svanberg: “Peccato, volevo festeggiare la centesima presenza in rossoblù con una vittoria. Adesso rialziamoci subito”

Tempo di Lettura: < 1 minuto

Il centrocampista Mattias Svanberg, oggi alla presenza numero 100 in maglia rossoblù e autore di un’altra prova convincente nella beffarda sconfitta casalinga per 1-0 contro il Venezia, ha commentato così ai microfoni di DAZN il k.o. rimediato dal Bologna e la sua crescita personale.

Traguardo amaro – «Oggi era la mia centesima presenza in maglia rossoblù e quindi una gara speciale per me, avrei voluto vincere ma purtroppo non ci siamo riusciti. È davvero un peccato perché abbiamo giocato bene ma ci è mancato il gol, nonostante le occasioni, e se non segni non vinci».

Passo falso inatteso – «Non so perché non riusciamo mai a fare il salto di qualità, anche se la sconfitta di oggi è diversa da altre rimediate in passato, avendo fatto una buona gara. Ora dobbiamo rimanere concentrati e lavorare bene in settimana per rialzarci subito».

Pro e contro – «Mihajlovic in campo mi dice di rimanere sempre concentrato per tutti i novanta minuti, di essere costante all’interno di ogni singola partita, e poi di farmi dare la palla perché con quella tra i piedi sono forte».

Rinnovo vicino – «A Bologna sto bene e sono contento di aver vestito cento volte la maglia rossoblù, un traguardo che come detto meritava una bella vittoria. Vorrà dire che vinceremo la prossima».

Foto: bolognafc.it