Arnautovic ribadisce a Bigon e Di Vaio la volontà di sposare il Bologna, intanto il fratello continua a trattare con lo Shanghai

Arnautovic ribadisce a Bigon e Di Vaio la volontà di sposare il Bologna, intanto il fratello continua a trattare con lo Shanghai

Nelle scorse ore il d.s. rossoblù Riccardo Bigon e il capo scouting Marco Di Vaio sono rientrati a Bologna da Amsterdam, dove ieri sera hanno incontrato Marko Arnautovic (32) e hanno assistito dalla tribuna della Johan Cruijff Arena al match di Euro 2020 tra Olanda e Austria, terminato 2-0 per i padroni di casa. La chiacchierata con l’attaccante (che tornerà in campo lunedì dopo la squalifica), la prima di persona dall’inizio di questa lunga trattativa, ha lasciato nei due dirigenti sensazioni positive, perché il classe 1989 ha ribadito loro la sua ferma volontà di mantenere la parola già ampiamente data e trasferirsi a Bologna, dove lo attende un lauto contratto: tre anni e opzione per una quarta stagione a circa 2,5 milioni netti più bonus. Nel frattempo il fratello-agente Danijel stava e sta tuttora continuando a trattare con lo Shanghai Port FC in merito allo svincolo, per la cui ufficialità pare manchi ‘solo’ l’ok dei cinesi alla buonuscita richiesta dagli Arnautovic. Servirà ancora un briciolo di pazienza, ma il sentore sempre più forte è che non manchi molto affinché Sinisa Mihajlovic possa finalmente abbracciare il tanto agognato centravanti.

© Riproduzione Riservata

Foto: Imago Images