Bologna, per l'attacco quell'1% ancora aperto si chiama Scamacca

Bologna, per l’attacco quell’1% ancora aperto si chiama Scamacca

Come vi abbiamo raccontato nel corso del pomeriggio, al 99% il Bologna resterà quello di oggi, senza alcuna aggiunta nel reparto offensivo. Qualcuno potrebbe allora chiedersi cosa c’è dentro quell’1% che ancora da Casteldebole viene lasciato aperto, e la risposta ha un nome e un cognome: Gianluca Scamacca (22). Il centravanti romano, che ha già fatto intravedere ciò di cui è capace e viene considerato un potenziale craque, piace tantissimo al club di Joey Saputo, che per lui e solo per lui sarebbe disposto a fare un’eccezione. Trattativa però complessa poiché il Sassuolo, che ne detiene il cartellino, chiede una cifra attorno ai 20 milioni di euro e al momento non apre al prestito con diritto di riscatto, ma solo con obbligo. Andrebbe inoltre convinto il Genoa, società nella quale Scamacca è attualmente ‘parcheggiato’, che prima di rinunciare a lui vorrebbe trovare un sostituto. Sullo sfondo, ma neanche troppo, la Juventus, che da diverso tempo ha messo gli occhi sul bomber dell’Italia Under 21, molto apprezzato anche dal c.t. della Nazionale maggiore Roberto Mancini. Il Bologna monitora la situazione e tiene vivi i contatti, pronto a farsi sotto qualora si creassero le condizioni per piazzare la zampata, proprio come accadde circa un anno fa con Musa Barrow.

© Riproduzione Riservata

Foto: Imago Images