Continua il pressing del Bologna su Arnautovic: non dovesse arrivare ora, si proverà per giugno

Continua il pressing del Bologna su Arnautovic: non dovesse arrivare ora, si proverà per giugno

«Non amo parlare di mercato e soprattutto di giocatori che non alleno, lo sapete. Però vi dico che Arnautovic mi piace, viene dalle mie parti e quindi è forte… Per tutto il resto c’è qui in sala il direttore Bigon, potete chiedere a lui». Pur col sorriso sulle labbra, in conferenza stampa Sinisa Mihajlovic ha tirato dritto, rivolgendo la propria attenzione solo sul match di domani in casa della Juventus, senza addentrarsi nell’argomento principe di questi giorni. Sì, Marko Arnautovic (31) al Bologna piace parecchio, ve lo stiamo raccontando da ieri, ma nel contempo è giusto ribadire come l’operazione si presenti molto complicata. Da parte del ragazzo e del suo entourage, capeggiato dal fratello Danijel, c’è la voglia di tornare in Europa e la disponibilità a trovare un accordo con la società rossoblù, ma le cifre di partenza sono incredibilmente alte (circa 6 milioni di euro il suo attuale ingaggio). Inoltre non si possono fare i conti senza l’oste, ovvero lo Shanghai SIPG, che vorrebbe trattenere l’austriaco fino a giugno (la Super League inizierà a marzo).
A nove giorni dalla chiusura della finestra invernale una cosa è certa: il Bologna proverà a regalare subito a Mihajlovic la tanto agognata punta, tenendo sempre monitorata anche il polacco Karol Swiderski (24) del PAOK Salonicco, ma in ogni caso non abbandonerà la pista Arnautovic, avendo individuato in lui il profilo ideale per il proprio attacco. Se l’affare non si dovesse concretizzare a gennaio, la trattativa proseguirebbe comunque in vista dell’estate, con l’obiettivo di anticipare la concorrenza che ovviamente potrebbe venirsi a creare nei prossimi mesi.

© Riproduzione Riservata

Foto: Imago Images