FIGC al lavoro per posticipare al 2 agosto la fine della stagione 2019/20 e definire il prolungamento dei contratti in scadenza al 30 giugno

FIGC, proroga al Bologna e ad altre 5 società di A per la presentazione delle liste dopo la chiusura del mercato

Nella giornata di lunedì la FIGC ha reso noto di aver prorogato, su richiesta della Lega Serie A, il termine per il deposito delle variazioni delle liste alle ore 21 del 31 gennaio 2020 per le società che disputeranno le gare della 22^ giornata in anticipo sabato 1 febbraio 2020. I club in questione sono Bologna, Brescia, Cagliari, Parma, Roma e Sassuolo, che tuttavia non avranno a disposizione un’ora in più sul mercato: tale proroga va infatti a toccare il regolamento relativo alle liste da 25 calciatori, le cui modifiche vanno comunicate entro le ore 12 del giorno antecedente la prima gara di campionato successiva alla chiusura delle trattative.
In estrema sintesi, le suddette squadre avrebbero dovuto inviare il nuovo elenco alle 12 del 31 gennaio, a mercato ancora aperto. Per ovviare a questo problema, si è appunto deciso di consentire loro variazioni fino alle 21 dello stesso 31 gennaio, un’ora dopo il gong del mercato, che resta fissato per tutte alle ore 20. Le altre 14 società di A, che scenderanno in campo domenica 2 febbraio, potranno invece presentare le proprie liste entro le 12 del 1° febbraio.

Foto: Getty Images