Bigon:

Bigon: “Seguivamo Dominguez da due anni, può fare grandi cose. Nessun problema per Barrow, al 99% col Verona ci sarà”

Questa mattina a Casteldebole, prima e durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo acquisto Nicolas Dominguez, anche il d.s. del Bologna Riccardo Bigon ha rilasciato alcune dichiarazioni, parlando ovviamente del centrocampista argentino ma anche di Musa Barrow, prelevato dall’Atalanta. Ecco le sue parole:

Un piccolo campione – «Dominguez è un ragazzo importante per il nostro futuro, lo seguiamo da quasi due anni e abbiamo scommesso molto su di lui. Ricordo ancora il momento in cui uno dei miei scout piombò nel mio ufficio per parlarmi di Nico, sembrava che avesse avuto una visione mistica. Mi disse: “Abbiamo trovato il nuovo…”. No, non ve lo rivelo altrimenti ci fate subito dei titoloni (sorride, ndr). Comunque ci aspettiamo che anche qui possa fare grandi cose, anche se avrà bisogno di un normale periodo di adattamento».

Operazione importante – «Acquistare un calciatore argentino non è mai semplice, perché il valore di partenza è sempre abbastanza alto. Il lato positivo è che storicamente i ragazzi provenienti da lì, oltre ad avere grande qualità, si adattano rapidamente al calcio italiano, che sotto vari aspetti è piuttosto simile. L’operazione è stata chiusa lo scorso agosto e il Velez, come ormai consuetudine in Sudamerica, ha mantenuto una piccola percentuale del suo cartellino».

Musa ok – «Forse vi sono arrivate informazioni non del tutto esatte. Non mi risulta ci siano problemi per il tesseramento di Barrow, ad oggi posso dire che al 99% sarà a disposizione del mister per il match contro il Verona».