De Leo e Tanjga:

De Leo e Tanjga: “Dimentichiamo Udine, col nostro gioco possiamo battere il Milan”. Skorupski: “Ibra, vieni a provare quanto si sta bene a Bologna”

Questa mattina, presso il centro tecnico Niccolò Galli di Casteldebole, si è svolta la consueta conferenza stampa della vigilia, a poche ore dal match che vedrà di fronte Bologna e Milan al Dall’Ara. A rispondere alle domande dei giornalisti Emilio De Leo, Miroslav Tanjga e il portiere Lukasz Skorupski, che hanno toccato tutti i principali temi d’attualità in casa rossoblù. Ecco le loro dichiarazioni:

De Leo: voglia di riscatto – «Abbiamo motivazioni molto alte, in Coppa Italia non siamo riusciti a dare continuità alla vittoria di Napoli ma vogliamo riuscirci domani, riscattando gli errori commessi contro l’Udinese e tornando a vincere in casa».

De Leo: emergenza infortuni – «Il fallimento di Udine non è figlio del modulo ma della prestazione: purtroppo gli infortuni hanno limitato le nostre scelte e così abbiamo cercato di adattare il sistema di gioco agli interpreti disponibili, ma purtroppo non ha funzionato».

Tanjga: la panchina lunga dell’Udinese e la necessità si rialzarsi – «Quattro gol sono un passivo pesante, mercoledì siamo entrati in campo per giocarcela ma abbiamo anche dovuto valutare le nostre priorità in base alla situazione della rosa, che i tifosi non possono conoscere nel dettaglio. Abbiamo affrontato una squadra che ha dimostrato di avere, sui 24 giocatori, un organico migliore del nostro e con maggiore possibilità di ricambi. Ora però dobbiamo smettere di pensarci e concentrarci sul Milan, arrivare a quota 19 punti e far svoltare la nostra stagione».

Tanjga: senza paura – «In campionato veniamo da una bella vittoria contro il Napoli, il Milan al contrario ha ottenuto tre punti in maniera un po’ fortunosa. a Parma. I rossoneri non sono imbattibili, sarà una partita aperta nella quale cercheremo di far valere il nostro gioco, entreremo in campo con grinta e senza alcun timore reverenziale».

Skorupski: pagella positiva – «A mio avviso sto lavorando bene, anche se non mi piace parlare di me, lascio che sia il mister a giudicare il mio rendimento. Sono consapevole di poter fare ancora meglio, e lavoro ogni giorno per riuscirci».

Tanjga: Skov Olsen favorito su Orsolini – «Ci manca ancora un allenamento prima della gara e dobbiamo ancora sciogliere qualche perplessità. Per quanto riguardo l’attacco, al momento Skov Olsen mi sembra in una condizione migliore rispetto ad Orsolini, ma quello che conta è che a prescindere dall’interprete non cambierà l’interpretazione della gara».

Skorupski: portieri di ottimo livello in Serie A – «Donnarumma mi piace molto, è davvero un grande portiere. In questo campionato ci sono tanti ottimi interpreti del ruolo, il livello è molto alto. Un altro collega che sta facendo davvero bene in questo periodo, ad esempio, è Olsen del Cagliari».

Skorupski: Denswil si sta integrando – «L’impatto con la Serie A è complicato per tutti, Stefano sta imparando la lingua e migliora giorno dopo giorno, sono convinto che farà ottime cose».

De Leo: ballottaggio Denswil-Mbaye – «Entrambi possono giocare bassi a sinistra, hanno caratteristiche differenti e starà a noi scegliere il giocatore più adatto alla partita di domani».

Tanjga: Medel out, Dzemaili e Destro non al meglio – «Non mi sento di fare troppe ipotesi sulla formazione, riusciremo a sciogliere gli ultimi dubbi solo dopo il prossimo allenamento. Medel non ci sarebbe stato comunque causa squalifica, ma non è al meglio e cercheremo di recuperarlo per la prossima. Dzemaili ha invece ricominciato ad allenarsi solo ieri, mentre quello di Destro è un rientro un po’ lungo: se fosse al 100%, Mattia potrebbe dare una grossa mano a questa squadra, stiamo lavorando per farlo tornare a quel livello di condizione».

Skorupski e Tanjga: Zlatan, vieni da noi – «Ibrahimovic si porta dietro un’enorme eco mediatica, ma è innanzitutto un grande campione. Il suo valore non si discute, ci piacerebbe tanto poterlo abbracciare e fargli sentire quanto si sta bene a Bologna».

Skorupski: alla carica con Sinisa – «Abbiamo sempre provato a dare il massimo anche senza Mihajlovic in panchina, ma non sempre ci siamo riusciti, talvolta è mancato qualcosa. Non deve più succedere, i giocatori più esperti devono spronare i più giovani a non rilassarsi. Il graduale rientro del mister sembra aver fatto la differenza, assieme a lui vogliamo tornare ad essere il Bologna di fine 2018-2019 e far sognare i nostri tifosi».

Skorupski: l’evoluzione del ruolo – «Il calcio cambia e i ruoli si evolvono, il nostro preparatore Bucci ci chiede di giocare come un difensore aggiunto. Io mi sto abituando, e un passo alla volta vedo dei miglioramenti».

Tanjga: Mihajlovic probabilmente in panchina – «Ora come ora Sinisa dovrebbe sedere in panchina domani sera, noi aspettiamo la decisione definitiva e speriamo che sarà effettivamente così».