Pinzolo accoglie il Bologna:

Pinzolo accoglie il Bologna: “Ritiro anomalo ma strutture perfette per allenarsi bene, speriamo che la collaborazione prosegua”

Questa mattina, presso il media center allestito al centro sportivo Pineta di Pinzolo, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del ritiro estivo 2020 del Bologna. Ecco tutte le dichiarazioni dei presenti:

Michele Cereghini (sindaco Pinzolo) – «Ringrazio il club per l’opportunità, quest’anno per noi è una cosa eccezionale presentare il ritiro del Bologna: dopo tutto quello che è successo a livello sanitario, essere qui oggi è importante, si tratta dell’ennesima sfida vinta da parte del Comune. Oltre all’azienda turistica, è doveroso dire grazie all’assessore Corradini per aver fatto trovare ai rossoblù una struttura pronta sotto ogni aspetto, in particolare i campi, davvero perfetti e preparati a tempo di record. Si tratta di un ritiro a porte chiuse, certo, ma completo, ed è l’unico di Serie A in Trentino. Siamo onorati di ospitare il Bologna e il nostro auspicio è che tale collaborazione prosegua anche nei prossimi anni».

Claudio Fenucci (a.d. Bologna FC 1909) – «Con questo ritiro si apre ufficialmente la nostra stagione 2020-2021, sappiamo che sul piano organizzativo sarà un’annata complicata e ringrazio Pinzolo per l’organizzazione. Le strutture sono perfette e tra le migliori d’Italia, non solo del Trentino, e anche l’accoglienza è stata impeccabile: se possibile, saremo contenti di prolungare questo rapporto. Si tratterà ovviamente di un ritiro anomalo, ma bisogna rispettare tutte le normative vigenti. Guardando al prossimo futuro, stiamo lavorando insieme Lega Serie A per provare a riaprire parzialmente gli stadi, con organizzazione e senso di responsabilità si potrà tornare ad avere un po’ di pubblico negli impianti. Non è solo una questione economica ma anche e soprattutto emozionale, sia per tifosi che per i giocatori».

Tullio Serafini (presidente Azienda Turismo Madonna di Campiglio-Pinzolo-Val Rendena) – «È un vero piacere avere qui il Bologna, che ha accettato un invito importante per un ritiro particolare. A riguardo, Pinzolo ha una grande tradizione che dura da oltre quarant’anni, quindi siamo organizzati. Bologna e l’Emilia-Romagna sono una realtà importante per noi anche in vista dell’inverno, con un mercato straniero limitato, a livello di marketing è un’operazione importante per il nostro territorio. Ci dispiace molto per le limitazioni imposte ai tifosi, ma almeno dal punto di vista tecnico ci sono tutti i presupposti affinché il Bologna possa allenarsi bene».

Nadia Mazzardis (event manager Dolomiti Sport Event) – «Come Dolomiti Sport Event siamo leader nazionale nell’organizzazione dei ritiri e anello di congiunzione tra squadra e territorio, e organizzare questo ritiro era per noi un grosso banco di prova. Quello che ci è piaciuto molto è stata la decisione degli sponsor di esserci comunque, nonostante le difficoltà economiche: questo ci conforta perché è un bellissimo segnale di ripartenza».