Bologna, è una maledizione: frattura di una vertebra lombare per Skov Olsen in Nazionale, stop di 6 settimane

Bologna, è una maledizione: frattura di una vertebra lombare per Skov Olsen in Nazionale, stop di 6 settimane

Ieri sera a Reykjavík, in una gara valida per la terza giornata del gruppo 2 di Nations League, la Danimarca ha regolato con un secco 3-0 i padroni di casa dell’Islanda. La brutta notizia è che Andreas Skov Olsen, entrato al 66′ per sostituire Yussuf Poulsen, è rimasto vittima di un violento scontro aereo nei minuti di recupero: l’attaccante del Bologna si è visto franare sulla schiena Sverrir Ingason, che lo ha poi schiacciato a terra, ed è uscito dal rettangolo verde in barella. Al termine della partita, il c.t. Kasper Hjulmand ha commentato così l’episodio: «Non è stato bello vederlo tanto sofferente mentre abbandonava il campo sulla barella, ora è andato a fare accertamenti in ospedale: ho rivisto l’azione al rallentatore, incrociamo le dita sperando che non sia niente di serio». Purtroppo, invece, qualcosa di abbastanza serio è avvenuto, come comunicato dal club rossoblù sul proprio sito ufficiale qualche minuto fa: frattura non complicata della seconda vertebra lombare, tempi di recupero stimati attorno alle sei settimane. Prosegue quindi la maledizione infortuni per i rossoblù, già orfani di Mitchell Dijks, Gary Medel e Andrea Poli. Sulla fascia destra si prospetta il ritorno fra i titolari di Riccardo Orsolini, che dopo Italia-Moldavia ha assistito dalla tribuna anche al match giocato dalla Nazionale ieri a Danzica contro la Polonia e terminato 0-0.

© Riproduzione Riservata

Foto: Getty Images