Bonifazi:

Bonifazi: “Sono maturato rispetto alla prima esperienza con Mihajlovic. Questa squadra ha talento, Arnautovic aggiungerebbe un po’ di sana ignoranza”

Quest’oggi le telecamere di Sky Sport sono salite nel ritiro del Bologna a Pinzolo, e il primo protagonista rossoblù a rispondere alle domande di Gianluigi Bagnulo è stato il nuovo acquisto Kevin Bonifazi, autore del 4-0 nell’amichevole di ieri contro la Bagnolese. Ecco le parole del difensore classe 1996:

De Silvestri profetico – «Dopo la partita dello scorso campionato tra Udinese e Bologna, De Silvestri mi disse scherzando: «Secondo me l’anno prossimo potresti venire da noi”. Alla fine, eccomi qua (sorride, ndr)».

Secondo approccio con Mihajlovic – «Ho conosciuto Mihajlovic al Torino, ero molto giovane e ho sofferto il suo carisma. Ora sa trasmettere meglio le sue idee e io so recepire meglio gli aspetti positivi del suo modo di fare, siamo cresciuti entrambi».

Il vizio del gol – «Spero di contribuire anche attraverso i gol, ne ho sempre segnati un paio a stagione tranne l’anno scorso a Udine, dove non è scattata l’alchimia tra i cross e i colpi di testa: è una gioia che mi è mancata».

L’arte della difesa – «Il mio idolo è Sergio Ramos, di cui apprezzo da sempre carisma a predisposizione per il gol. Oggi chiaramente si parla tanto di Bonucci e Chiellini e della loro intesa, ma il loro valore non lo hanno certo dimostrato solo con l’Europeo. I giovani difensori in Italia lavorano molto sulla tattica, in giro ci sono tanti giocatori di livello».

Il talento non manca – «Mi farò un’idea più chiara in partita, ma ho già notato grandi qualità in giocatori come Soriano, Orsolini o Vignato. Van Hooijdonk? Ha tanta voglia, non si scansa ed è smaliziato».

Inseguendo Arnautovic – «Arnautovic porterebbe un po’ di sana ‘ignoranza’ in una squadra di bravi ragazzi, ci farebbe bene. Il gruppo comunque mi piace già molto, se poi entrasse a far parte dei nostri mi farebbe piacere».

Foto: bolognafc.it