Fenucci:

Fenucci: “Questa squadra ha futuro, vogliamo continuare a crescere. Per Dall’Ara e impianto provvisorio procediamo, speriamo nella riapertura degli stadi”

Fra i protagonisti rossoblù intervistati durante la 14^ puntata di Bfc Week, il nuovo appuntamento settimanale di Bfc Tv che racconta il Bologna a 360 gradi, c’è l’amministratore delegato del club Claudio Fenucci. Ecco tutte le sue dichiarazioni:

Una luce in fondo al tunnel – «La scorsa stagione è stata vissuta con difficoltà un po’ da tutti: la pandemia ha colpito la nostra società in modo inaspettato, modificando i comportamenti, ma credo che la risposta del Paese sia stata di grande civiltà, attenzione e rispetto. Come mondo del calcio ci siamo adeguati dando una risposta di livello, perché abbia continuato l’attività mantenendo tutte le procedure di salvaguardia della salute. Adesso siamo ad un punto di svolta e la campagna di vaccinazione intrapresa ci fa guardare con ottimismo al futuro».

Riapertura degli stadi – «Ad oggi non disponiamo di grandi informazioni oltre alle dichiarazioni pubbliche delle autorità politiche, che di recente hanno manifestato l’intenzione di riaprire gli stadi con una capienza del 25%. La nostra speranza, soprattutto col  prosieguo della campagna vaccinale, è di poter tornare a riempire gli impianti, perché abbiamo il bisogno e il desiderio di riavere i tifosi con noi: assistere alle partite senza pubblico ci ha portato dentro un acquario silente, e non è assolutamente ciò che vogliamo».

Mercato senza stravolgimenti – «Tutto nasce da una riflessione fatta col presidente in merito agli obiettivi sportivi che vogliamo raggiungere nei prossimi anni. Il consolidamento della squadra è avvenuto perché i giovani talenti sono arrivati uno o due anni fa, hanno espresso buone performance e ci hanno garantito una potenziale crescita: adesso, compatibilmente con le risorse economiche, dobbiamo migliorare la rosa con qualche innesto che ci consenta di migliorare. Il nostro programma, come ha sempre ripetuto Joey Saputo, ha infatti degli obiettivi di crescita strutturale a lungo termine che vogliamo conseguire: ritengo che si possa essere fiduciosi sul fatto che questa squadra abbia un futuro».

Stadio provvisorio al CAAB – «Giocheremo lì mentre il Dall’Ara verrà ristrutturato, sono due percorsi paralleli ma collegati tra loro. Per quanto riguarda la riqualificazione del Dall’Ara, la conferenza dei servizi sta andando avanti e dovrebbe terminare entro settembre, poi si potrà indire la gara e partire: siamo i primi a utilizzare la legge 147 sugli stadi e dunque stiamo sperimentando il percorso. Per quanto riguarda l’impianto provvisorio, abbiamo iniziato l’iter e i principali aspetti riguardano i temi urbanistici come parcheggi e viabilità. Ospiterà poco più di 16 mila persone e avrà una visibilità molto buona, inoltre in termini di realizzo non richiederà molto tempo. Il fatto di rimanere a Bologna è stato fortemente voluto da tutto il club, perché era importante mantenere un legame forte coi tifosi».