Hickey:

Hickey: “Nel Bologna è tutto fantastico e io non mi aspettavo di giocare così tanto. L’Europeo? Testa bassa e lavorare”

Intervistato dal canale televisivo scozzese STV, il 18enne terzino rossoblù Aaron Hickey ha parlato della sua avventura italiana con la maglia del Bologna, iniziata decisamente col piede giusto, e si è poi soffermato sulla qualificazione della Scozia all’Europeo del prossimo anno, per il quale potrebbe essere convocato se dovesse continuare crescere e a fornire ottime prestazioni. Ecco le sue dichiarazioni:

Entusiasmo rossoblù – «A livello calcistico è tutto davvero fantastico: ogni giorno il mister e lo staff del Bologna mi danno consigli e mi insegnano cose nuove, specialmente su come muovermi al meglio nel ruolo di terzino sinistro. Tutti all’interno del club sono magnifici con me».

Titolare fisso – «Non mi aspettavo di giocare così tanto fin da subito. Bisogna ammettere che ho avuto un po’ di fortuna perché Mitchell Dijks, che è davvero un grande giocatore, prima è stato espulso contro il Milan e poi ha rimediato un infortunio serio, quindi nelle partite seguenti ho trovato più spazio».

Scozia a Euro 2021 – «Ho guardato la partita decisiva insieme a mio padre ed eravamo agitatissimi, la qualificazione all’Europeo è stata una conquista incredibile. Il giorno dopo dovevo svolgere alcune terapie per un piccolo infortunio muscolare, il fisioterapista non parla molto l’inglese ma mi ha accolto gridando “Scotland!“».

Dall’Under 21 alla Nazionale maggiore? – «Certo, giocare con continuità nella Serie A italiana significa molto, ma davanti a me nelle gerarchie ho dei terzini sinistri top come Andy Robertson e Kieran Tierney. Posso agire anche sulla fascia destra, ma pure lì ci sono elementi come Stephen O’Donnell e altri. L’unica cosa da fare adesso è continuare a lavorare a testa bassa, poi deciderà il c.t. Steve Clarke».

Foto: Imago Images