Scomparso a 71 anni l'ex difensore e capitano del Bologna Mauro Bellugi, stasera rossoblù con il lutto al braccio

Il dramma dell’ex difensore azzurro e rossoblù Bellugi: amputate entrambe le gambe

L’ex difensore Mauro Bellugi, che tra gli anni Sessanta e Settanta indossò le maglie di Inter, Bologna e Napoli, chiudendo infine la sua carriera nella Pistoiese, ha subito l’amputazione di entrambe le gambe. Bellugi, 70 anni, era stato ricoverato in ospedale lo scorso 4 novembre dopo essere risultato positivo al COVID-19, e nel corso della degenza i medici hanno riscontrato un peggioramento di altre precedenti patologie che lo affliggevano da tempo: questo, purtroppo, ha reso necessaria la doppia amputazione.
Lo storico stopper azzurro (32 presenze complessive e la partecipazione a due Mondiali, 1974 e 1978), divenuto poi apprezzato opinionista di calcio, ha reagito con forza, parlandone al telefono con l’amico giornalista Luca Serafini: «Metterò le stesse protesi di Pistorius, mi sono informato, così ti supererò nei corridoi degli studi televisivi. Mi hanno levato anche la gamba con cui segnai al Borussia Mönchengladbach…». Quello a cui fa riferimento Bellugi fu l’unico gol segnato da professionista, con la casacca dell’Inter contro i tedeschi in Coppa dei Campioni.

Foto: bolognafc.it