Marinelli ignora l'input del VAR Maggioni e danneggia il Bologna, dopo la gara duro faccia a faccia con Fenucci

Marinelli ignora l’input del VAR Maggioni e danneggia il Bologna, dopo la gara duro faccia a faccia con Fenucci

Tempo di Lettura: < 1 minuto

Non si placano le polemiche dopo l’ennesimo torto arbitrale subito dal Bologna, che questo pomeriggio a Venezia si è di fatto visto strappare dalle mani una vittoria certo rocambolesca ma nel complesso meritata, considerando l’ottima reazione al doppio svantaggio firmato da Henry e Kiyine. Incredibile l’atteggiamento dell’arbitro Livio Marinelli di Tivoli, che dopo aver fischiato un rigore inesistente (al 75′ Medel prende solo il pallone e poi, sullo slancio, sfiora in maniera risibile il piede di Aramu, che stramazza al suolo) è stato richiamato alla on field review dal collega Lorenzo Maggioni di Lecco, col quale (stando alle prime ricostruzioni) ha avuto un confronto audio accesissimo: Maggioni gli ha fatto notare il chiaro ed evidente errore commesso, Marinelli ha tirato dritto per la sua strada e ha confermato il penalty. Con la mente di tutti noi tifosi rossoblù che è andata a Bologna-Udinese del 30 settembre 2018, quando Manganiello venne richiamato dal VAR Orsato dopo un rigore solare negato a Svanberg e non modificò la sua decisione.
Allo stadio Penzo c’è stato però un altro confronto decisamente duro, stavolta faccia a faccia, quello andato in scena nel post partita tra il direttore di gara (fuggito immediatamente negli spogliatoi, come sottolineato da Sinisa Mihajlovic) e Claudio Fenucci. L’a.d. del BFC si è lamentato a gran voce per l’episodio, decisivo ai fini del risultato, rimarcando a Marinelli come in epoca VAR certi errori dettati dalla presunzione dell’arbitro di campo non possano più essere tollerati. Una protesta sacrosanta, un gesto importante: nessuno restituirà a capitan Soriano e compagni i punti persi oggi, ma la speranza è quantomeno che in futuro certe nefandezze sportive ai danni del club di Joey Saputo non vengano più commesse.

© Riproduzione Riservata

Foto: ansa.it