Riunione positiva in casa Bologna: ribadita la centralità di Mihajlovic anche per il futuro, ora bisogna finire bene la stagione

Riunione positiva in casa Bologna: ribadita la centralità di Mihajlovic anche per il futuro, ora bisogna finire bene la stagione

Nel pomeriggio di oggi, a Casteldebole, si è svolta una riunione generale del Bologna che ha visto protagonisti il presidente Joey Saputo, l’a.d. Claudio Fenucci, il d.s. Riccardo Bigon, il d.t. Walter Sabatini, il responsabile scouting Marco Di Vaio e l’allenatore Sinisa Mihajlovic. Durante il confronto, che da quanto ci risulta è stato molto positivo, il patron e la dirigenza hanno ribadito a Mihajlovic la sua centralità all’interno del progetto tecnico rossoblù, con Bigon, Di Vaio e Sabatini che sono già al lavoro per individuare i giusti rinforzi in vista della prossima stagione. Clima sereno, quindi, e posizioni allineate con l’obiettivo di rendere la squadra sempre più competitiva, prestando grande attenzione alle indicazioni che sono già arrivate e arriveranno da Sinisa.
Si è parlato del prossimo futuro, dunque, ma in casa BFC nessuno dimentica che c’è ancora una stagione da finire nel migliore dei modi. Il presente e le ultime sette giornate di campionato, infatti, hanno rappresentato uno dei punti chiave della chiacchierata odierna: l’ultimo passettino verso la salvezza aritmetica andrà compiuto nel più breve tempo possibile, provando poi a migliorare i 47 punti ottenuti l’anno scorso. All’interno dell’ambiente rossoblù la concentrazione è altissima, a maggior ragione vista la forza della prossima avversaria (l’Atalanta, domenica alle 20:45), e c’è grande compattezza, a dispetto delle voci circolate nelle ultime settimane su una spaccatura fra società e mister. Un mister certamente focoso e con pochi peli sulla lingua, ma che non ha intenzione di venir meno all’impegno preso col Bologna fino al 30 giugno 2023.

© Riproduzione Riservata

Foto: Imago Images