Col ritiro di Casteldebole inizia la stagione 2022/23 del Bologna Primavera. Vigiani:

Col ritiro di Casteldebole inizia la stagione 2022/23 del Bologna Primavera. Vigiani: “Crescere giocatori resta l’obiettivo principale”

Tempo di Lettura: 2 minuti

Nel pomeriggio è iniziata la stagione 2022/23 per la Primavera di Luca Vigiani al centro tecnico Niccolò Galli di Casteldebole, dove i ragazzi svolgeranno l’intera preparazione in vista del campionato che prenderà il via sabato 20 agosto.
Per il tecnico nativo di Firenze questa è la quarta annata coi colori rossoblù: tutto iniziò nell’agosto 2019, quando si sedette sulla panchina dell’Under 17, guidata anche nella stagione successiva fino alla semifinale scudetto. In quella appena terminata, invece, era stato appunto promosso come allenatore della Primavera, guidando i suoi ragazzi al nono posto finale insieme a Verona ed Empoli. Per di più con un girone di ritorno di altissimo livello: 30 punti in 17 giornate con la squadra più giovane del campionato, nella cui formazione titolare erano sempre presenti almeno quattro classe 2004, escludendo dal conteggio il classe 2005 Amey. Inoltre, tra le mura amiche si è qualificata come terza miglior compagine nelle ultime 15 partite, con 25 gol realizzati e 16 subiti (di cui uno solo nelle ultime 10).
Ma non è tutto, perché Sinisa Mihajlovic ha dato spazio in Prima Squadra a cinque giovanissimi nell’ultima partita di Serie A 2021/22 in casa del Genoa: Nicola Bagnolini, Riccardo Stivanello (i due esordienti assoluti), Wisdom Amey, Kacper Urbanski e Antonio Raimondo. Per il ritiro di Pinzolo, invece, sono stati convocati Davide Franzini, Kevin Mercier, Mattia Motolese, Niklas Pyyhtia e Kasper Paananen, oltre ai già citati Amey e Urbanski.
Un lavoro in crescendo che ha sottolineato l’impegno dei ragazzi e dello staff, interamente confermato: insieme a Vigiani lavoreranno ancora Andrea Bellucco (allenatore in seconda), Andrea Sentimenti (allenatore dei portieri), Nazzareno Tozzo (preparatore atletico), Alfonso Lobascio (match analyst), Andrea Stegagno (medico), Carmelo Sposato e Matteo Spinosa (fisioterapisti), con quest’ultimo promosso dall’Under 18.
Di seguito le dichiarazioni rilasciate oggi proprio da Luca Vigiani al sito ufficiale del Bologna: «Per un allenatore è importante avere la fiducia del club, la riconferma fa sicuramente parte di quella continuità che ricerchiamo nel nostro lavoro. In vista di questo campionato, in cui ci sarà un lungo stop per i Mondiali, faremo svolgere ai ragazzi un tipo di attività che li porterà ad essere velocemente competitivi sotto ogni punto di vista. La sosta tra novembre e dicembre sarà anomala ma negli ultimi anni, a causa del COVID, abbiamo purtroppo già sperimentato questa situazione perché ci sono state pause di lunghezza simile. Dunque dovremo cercare di trarre esperienza dalle recenti stagioni per provare a lavorare nel migliore dei modi anche in questa. C’è soddisfazione nel vedere tanti ragazzi aggregati alla Prima Squadra, per me che li ho allenati ultimamente ma anche per tutti i tecnici che hanno avuto prima e per il club, specialmente per chi li ha portati qui e li ha cresciuti fino ad oggi. Ed è proprio questo l’obiettivo principale, crescere giocatori, perché più bravi siamo a farli competere e maggiori possibilità avranno di raggiungere risultati sia singolarmente che di squadra».

Fonte e foto: bolognafc.it