Il Bologna Primavera vince 2-1 il recupero con la Lazio e rivede la salvezza, a segno Vergani e Farinelli

È una vittoria di fondamentale importanza quella che il Bologna Primavera ha ottenuto questo pomeriggio a Casteldebole contro la Lazio, nel recupero della 18^ giornata di campionato. Prima del match, che vedeva affrontarsi le due squadre in zona playout, il responsabile scouting rossoblù Marco Di Vaio ha portato sul campo una maglia dedicata a Daniel Guerini, giovane calciatore biancoceleste tragicamente scomparso lo scorso 24 marzo, posando insieme ai capitani Farinelli e Marino. Dopo il fischio dell’arbitro Frascaro, la prima occasione è stata per gli ospiti al 9′, con un’incornata alta di Moro, quindi al 21′ Viviani ha sfiorato il bersaglio da posizione favorevole in seguito ad una doppia sponda aerea di Pagliuca e Vergani. Col passare dei minuti i rossoblù hanno alzato i giri del motore, e al 37′ una bella combinazione tra Viviani e Pagliuca ha liberato al tiro Vergani, il cui sinistro potente e preciso dal limite ha freddato Furlanetto. Non pago del vantaggio, il BFC ha continuato a spingere, guadagnandosi una punizione dai venti metri al 42′: tiro dello stesso Vergani toccato col gomito largo da Novella, calcio di rigore e trasformazione impeccabile di Farinelli per il 2-0 con cui si è andati al riposo.
La ripresa si aperta coi felsinei, oggi schierati secondo un inedito 3-5-2 da mister Zauri (indisposto, in panchina c’era il vice Perez), alla ricerca del tris, e al 52′ Furlanetto si è dovuto superare per deviare in corner un gran destro a giro di Vergani. Al 64′ lo stesso centravanti ha avuto sul piede il pallone per chiudere i conti, ma tutto solo davanti al portiere l’ha appoggiato a lato, tenendo in vita la Lazio. Lazio che due minuti più tardi ne ha approfittato per accorciare le distante: conclusione di Castigliani dalla lunga distanza e sfera nell’angolino alla sinistra di un Molla non esente da colpe. Perez ha provato a scuotere i suoi inserendo Rabbi e Ruffo Luci, al rientro dopo cinque mesi, ma i capitolini hanno sfiorato il 2-2 sia al 72′ che al 74′, con Molla superlativo prima su una sassata di Marino e poi su un colpo di testa del figlio d’arte Tare. Nel finale l’espulsione di Armini e gli ulteriori ingressi di Annan e Rocchi hanno garantito un po’ d’ossigeno ai rossoblù, sfortunati all’88’ in occasione di un clamoroso palo colpito da Rabbi. Il successo è comunque diventato realtà, così come il sorpasso in classifica sulla Fiorentina e il dodicesimo posto, l’ultimo valido per la salvezza diretta. Ma il tempo per festeggiare non c’è, perché domenica sotto le Due Torri arriva la capolista Sampdoria.

BOLOGNA-LAZIO 2-1

BOLOGNA (3-5-2): Molla; Tosi, Milani, Motolese; Arnofoli, Viviani, Farinelli, Roma (67′ Ruffo Luci), Montebugnoli (81′ Annan); Vergani (82′ Rocchi), Pagliuca (67′ Rabbi).
A disp.: Prisco, Cavina, Grieco, Maresca, Paananen, Pietrelli A., Cossalter, Carrettucci.
All.: Zauri (Perez in panchina)

LAZIO (3-5-2): Furlanetto; Floriani, Adeagbo, Franco (73′ Tare); Novella, Shehu (73′ Nimmermeer), Bertini, Marino, Ndrecka (15′ Armini); Castigliani, Moro.
A disp.: Pereira, Peruzzi, Pica, Czyz, Cesaroni.
All.: Menichini

Arbitro: Frascaro di Firenze
Ammoniti: Ruffo Luci, Tosi, Viviani (B), Franco, Novella (L)
Espulsi: 82′ Armini (L)
Marcatori: 37′ Vergani (B), 43′ rig. Farinelli (B), 66′ Castigliani (L)

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it