Perez:

Perez: “Oggi era davvero importante, ho visto buone cose e grande spirito”. Ruffo Luci: “Rientro non scontato, ringrazio l’Isokinetic”

Al termine della partita casalinga vinta 2-1 contro Lazio, recupero della 18^ giornata del campionato Primavera 1, il vice allenatore rossoblù Diego Perez e il centrocampista Dion Ruffo Luci (rientrato oggi dopo cinque mesi) hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni al sito ufficiale del Bologna.

Diego Perez – «Purtroppo mister Zauri è indisposto e non ha potuto esserci, ma abbiamo uno staff coeso e capace di affrontare ogni difficoltà e oggi lo abbiamo fatto ancora di più. Non eravamo preparati, però sono qui ormai da tanti anni e insieme ai ragazzi ho cercato di fare quello che proviamo ogni giorno. Nessuno si aspettava cambiassimo modulo e, anche se abbiamo fatto delle cose buone come ad esempio il primo gol, quello che mi è piaciuto di più è stato sicuramente lo spirito della squadra: non so se l’avevamo perso, ma questa era una partita importante ed eravamo tutti uniti, da chi ha cominciato dall’inizio a coloro che sono rimasti in panchina, come ci chiede il nostro allenatore. Mancano ancora otto gare, sono tante: la Sampdoria è in testa e sta facendo un campionato strepitoso, dunque il prossimo sarà un match molto complicato. Ci penseremo da domani, ora dobbiamo assimilare questi tre punti: faccio di nuovo i complimenti a tutti, giocatori e staff».

Dion Ruffo Luci – «Non era scontato che rientrassi prima del termine della stagione ma quest’anno, non avendo più la scuola, ho svolto riabilitazione all’Isokinetic mattina e pomeriggio: ciò ha sicuramente accelerato i tempi, anche perché le persone che ci lavorano sono bravissime. Contro l’Empoli non abbiamo fatto una bella figura, quelli di oggi sono invece tre punti fondamentali che non valgono ancora la salvezza ma pesano tanto per il morale. La Sampdoria l’avevo vista da fuori perché all’andata mi ero già fatto male: sono forti, compatti e veloci, quindi verranno qui e giocheranno come un girone fa. Mi aspetto una partita simile a quella con l’Empoli, hanno uno stile simile e dovremo cercare di restare uniti: è il principale tasto su cui dobbiamo battere per salvarci».

Foto: bolognafc.it