Ruffo Luci:

Ruffo Luci: “Siamo una buona squadra e Zauri è molto bravo. Bello indossare la fascia da capitano sopra la maglia rossoblù”

Dion Ruffo Luci, bolognese doc e nuovo capitano del Bologna Primavera, ha esordito in Prima Squadra sul finire della passata stagione nella beffarda trasferta di Parma. Lo scorso sabato, con una doppietta, è stato assoluto protagonista del match contro i pari età del Cagliari, terminato anch’esso 2-2 in virtù di una rete avversaria arrivata proprio al 90′. Raggiunto oggi pomeriggio dai microfoni di Bfc Tv a Casteldebole per commentare quest’ultima gara e le condizioni generali di un gruppo che si sta rinnovando, Dion ha dimostrato di essere un ragazzo particolarmente sveglio e disinvolto. Ecco tutte le sue dichiarazioni:

Qualche rimpianto – «Tra di noi abbiamo riparlato dell’azione del secondo gol del Cagliari, e abbiamo capito che è arrivato a seguito di una catena di errori, la colpa non è da addebitare ad un singolo. Sappiamo bene di aver perso due punti, ma il campionato è ancora lungo e l’organico è buono: cercheremo di fare meglio nelle prossime uscite».

Prospettive interessanti – «Mi sto trovando davvero bene con mister Zauri, è molto bravo, ci dà grande serenità e infatti stiamo giocando bene. Le combinazioni ci sono, creiamo buone azioni e in difesa siamo solidi, siamo una bella squadra e un bel gruppo: i ragazzi nuovi si sono integrati al meglio con il nucleo di quelli cresciuti nel settore giovanile rossoblù come me».

Alta intensità – «In Prima Squadra son cresciuto sotto tutti gli aspetti. La cosa che mi sono portato dietro qui è l’intensità, che obiettivamente è più alta rispetto a quella che si trova in Primavera, e questo in campo mi aiuta ad essere molto più deciso e concentrato».

Questione di cuore – «Sono nato qui e sono prima di tutto un tifoso del Bologna, per cui è davvero molto bello indossare la fascia da capitano sopra alla maglia rossoblù».

Vicenza da battere – «Domani, in Coppa, mi aspetto di giocare una partita simile a quella col Chievo. Non ci sono storie né mezze misure, dobbiamo vincere per poi andare ad affrontare il Cagliari nel turno successivo».

Bolognese verace (e vorace) – «Piatto preferito? Tagliatelle al ragù. Se potessi mangerei pasta al ragù tutti i giorni, a colazione, pranzo e cena (sorride, ndr)».