– dopo due anni – mi sono trasferito a titolo definitivo:

Zauri: “Dispiace, era una buona occasione per strappare almeno un pari”. Grieco: “Ora tre gare in casa, dobbiamo recuperare energie”

Al termine della gara esterna persa 4-1 contro l’Atalanta, valida per la 21^ giornata del campionato Primavera 1, l’allenatore rossoblù Luciano Zauri e il centrocampista Giorgio Grieco hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni al sito ufficiale del Bologna.

Luciano Zauri – «Purtroppo o per fortuna gli episodi condizionano le partite: oggi non siamo stati bravi, perché i rigori vanno segnati, e se non lo fai non può essere colpa del palo. Dispiace, comunque i ragazzi ce l’hanno messa tutta e hanno disputato una buonissima gara: il terzo gol ha chiuso i giochi, anche perché l’Atalanta è molto forte, ma questa era una buona occasione per portare a casa almeno un pareggio. Come nelle precedenti due uscite, abbiamo proposto gioco in alcune situazioni: i ragazzi possono giocare sia con questo modulo che con l’altro (il 4-3-3, ndr), visto che hanno qualità innate e il campionato Primavera, che non è la Serie A o B, ti permette di cambiare il sistema di gioco in base agli interpreti. La stagione volge al termine, ora dobbiamo fare più punti possibili e non possiamo scegliere con chi farli: un match vale l’altro, ce la siamo sempre giocata contro chiunque e quindi dipenderà soprattutto da noi».

Giorgio Grieco – «Nel primo tempo abbiamo fatto abbastanza bene, mentre nel secondo abbiamo iniziato a soffrire un po’ di più. Il rigore è stato un episodio che ci ha svoltato in negativo la partita, ma li sbaglia solo chi li calcia, quindi non possiamo dire nulla a Farinelli. Adesso avremo tre impegni casalinghi nel giro di una settimana: dobbiamo recuperare energie, soprattutto di testa, anche perché quello con la Lazio è uno scontro diretto. Per quanto riguarda me, ad inizio stagione non giocavo spesso perché ero in ritardo fisicamente e anche un po’ mentalmente, mentre dopo la sosta per il COVID ho iniziato a giocare praticamente sempre. Dopo due anni mi sono finalmente trasferito qui a titolo definitivo, e mi trovo benissimo, così come con Farinelli e Roma a centrocampo».

Foto: bolognafc.it