Zauri:

Zauri: “Dovevamo arrotondare il risultato, li abbiamo tenuti in partita”. Motolese: “Bello giocare in Primavera e sfidare ottimi attaccanti”

Al termine della gara esterna vinta 1-0 contro il Cagliari, recupero della 17^ giornata del campionato Primavera 1, l’allenatore rossoblù Luciano Zauri e il difensore Mattia Motolese hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni al sito ufficiale del Bologna.

Luciano Zauri – «È stata una gara difficile su un campo molto duro, con le tipiche condizioni climatiche della Sardegna, dato il vento. Ci dispiace perché li abbiamo fatti rimanere in partita noi, sbagliando occasioni clamorose per arrotondare il risultato: non essendoci riusciti, è ovvio che poi ci siamo dovuti difendere ad oltranza. Riguardo al modulo, ci siamo parlati per decidere se stare più indietro o disporci con un assetto più offensivo: alla fine ho optato per la seconda, e avendo dei giocatori d’attacco importanti gli ho chiesto un ulteriore sacrificio. Qualcosina dobbiamo ancora migliorare, comunque Rabbi ha fatto gol e Pagliuca, Vergani e Rocchi hanno avuto delle belle chance. Tutti stanno lavorando bene sia in fase di possesso che di non possesso, e da parte mia e dello staff c’è predisposizione per farli giocare tutti assieme. La sfida col Genoa sarà la conclusione di un mini ciclo di tre match settimanali, per fortuna la rosa è tornata quasi al completo. Loro stanno facendo davvero bene, spesso però sono i dettagli a fare la differenza tra una vittoria e una sconfitta: oggi è andata bene a noi, sabato ce la giocheremo».

Mattia Motolese – «Sono tornato titolare a Ferrara dopo un campionato difficile e con un’intensità altissima, dove bisogna esserci con la testa per novanta minuti e non c’è margindi errore. Sia oggi che contro la Spal mi sono trovato di fronte avversari validissimi, confrontarmi con loro è stato un banco di prova importantesono contento del modo in cui li ho contrastati e spero di fare sempre meglio. L’intensità fra i gruppi Under 17 e Primavera, appunto, è diversa, ma in entrambi i casi cerco di dare sempre il massimo. È veramente bello giocare insieme ai ragazzi più grandi (Motolese è un classe 2004, ndr), ma non volto certo le spalle all’Under 17: abbiamo una squadra molto forte e puntiamo a vincere il campionato».

Foto: bolognafc.it