Bologna, ecco cosa potrebbe accadere nel prossimo mercato invernale

Bologna, ecco cosa potrebbe accadere nel prossimo mercato invernale

Tempo di Lettura: 2 minuti

Fino allo scorso anno era quasi impensabile guardare al calciomercato invernale già ad ottobre. Ma col Mondiale alle porte e lo stop del campionato per quasi due mesi (dal 13 novembre al 4 gennaio), i club stanno già compiendo le prime riflessioni e valutazioni. Tra questi, ovviamente, anche il Bologna.

Con l’avvento di Thiago Motta, Barrow torna ad essere incedibile

Lo scossone dell’esonero di Sinisa Mihajlovic, che all’inizio della stagione nessuno aveva pronosticato, ha generato un vero e proprio scombussolamento nell’ambiente. A riprova di ciò ci sono le quote, drasticamente cambiate per la squadra felsinea sul sito slot machine gratis.

Tra questi cambiamenti c’è senza dubbio quello relativo al prossimo mercato. Parliamo ad esempio di Musa Barrow, attaccante che all’inizio della sua avventura in rossoblù con Mihajlovic in panchina sembrava dovesse esplodere, ma che in seguito si è pian piano eclissato. A tal punto che il suo agente, più di una volta, ha paventato l’ipotesi di una cessione. Il neo tecnico Thiago Motta, però, ha puntato fin da subito su di lui (poi frenato da un infortunio alla caviglia, ormai smaltito).

Il risultato? Adesso il gambiano è di nuovo incedibile. O quantomeno, salvo cataclismi, anche a gennaio non si muoverà da Bologna.

Sansone rischia di doversi cercare una nuova squadra

Nicola Sansone, invece, dovrà presumibilmente trovarsi una nuova squadra, se vorrà giocare con maggiore continuità. Già, perché il numero 10 (colui che l’anno scorso mandò al tappeto l’Inter, consegnando di fatto lo scudetto al Milan) non sta riuscendo neppure con Motta a trovare posto nell’undici titolare.

Nessun dubbio sulle sue qualità, perché Sansone era e resta un buon calciatore. Semplicemente, la concorrenza là davanti comincia ad essere tanta. A fronte di un’offerta interessante, dunque, l’ex Villarreal potrebbe fare le valigie e andarsene altrove: magari in una ‘piccola’ che ha bisogno di un esterno offensivo tecnico, applicato in fase difensiva e con anche qualche gol nei piedi.

Nessuno smantellamento

Al netto di queste due situazioni, il calciomercato di gennaio del Bologna dovrebbe essere abbastanza tranquillo, a patto ovviamente che la squadra si riprenda e risalga la classifica. Anche Riccardo Orsolini, passato dalle stelle alle stalle con Mihajlovic (prima titolare fisso, poi panchinato o adattato come seconda punta nel 3-5-2), dovrebbe restare sotto le Due Torri, dato che Motta non sembra intenzionato a discostarsi dal 4-2-3-1.

Potrebbe essere ceduto in prestito Lewis Ferguson, fin qua una sorta di oggetto misterioso, e a titolo definitivo Kevin Bonifazi, visto che la batteria di difensori centrali è molto ampia. Un altro che sta facendo le sue valutazioni è Emanuel Vignato, ragazzo di grande talento che però non è ancora riuscito a imporsi e rischia di restare un’eterna promessa.

Per quanto riguarda infine il mercato di entrata, dovrebbe continuare la spending review: nessun grosso colpo all’orizzonte, ma di sicuro qualche giovane dall’ottimo potenziale selezionato dal d.t. Giovanni Sartori, accompagnato da uno-due elementi di esperienza che possano fare da chioccia.

Foto: Getty Images (via OneFootball)