Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Il Sassuolo regola 3-1 un brutto Bologna, terza sconfitta consecutiva per i ragazzi di Mihajlovic

Il Sassuolo regola 3-1 un brutto Bologna, terza sconfitta consecutiva per i ragazzi di Mihajlovic

Due belle incompiute in cerca di continuità e punti, due allenatori con una filosofia di calcio intrigante, due esterni d’attacco (Berardi e Orsolini) pronti a vestirsi d’azzurro, un derby ‘giovane’ ma sempre spettacolare: la 12^ giornata di Serie A si apre al Mapei Stadium con Sassuolo-Bologna, nel ricordo del mitico Gianfranco Civolani. De Zerbi, privo di Chiriches, Ferrari, Mazzitelli e Rogerio, disegna un 4-2-3-1 sorretto da Locatelli e Magnanelli in mediana, con Djuricic sulla trequarti e Caputo preferito all’acciaccato Defrel di punta. Identico modulo, come di consueto, per Mihajlovic, che però deve rinunciare a Destro, Dijks, Santander, Soriano, Tomiyasu e, almeno in avvio, anche a Sansone (fastidio alla spalla), affidandosi allora a Skov Olsen come ala sinistra.
Il primo tiro nello specchio è di Boga al 7’, dopo un dribbling secco su Mbaye, poi al 13’ Palacio ci prova dalla distanza senza inquadrare il bersaglio. Tra il 17’ e il 18’ Consigli deve sporcarsi i guantoni sulle conclusioni dal limite di Orsolini e Svanberg, potenti ma troppo centrali, poi al 20’ un rischioso retropassaggio di Marlon mette in apprensione Consigli, costretto a spazzare il pallone in corner quasi sulla linea. Fino alla mezzora, pur senza strafare, meglio i rossoblù, ma nel finale di tempo i padroni di casa si svegliano e iniziano a rendersi pericolosi: al 33’ Berardi riesce a liberare Caputo a tu per tu con Skorupski, ma l’ex Empoli calcia malamente sul fondo. L’esito è purtroppo ben diverso un minuto più tardi, quando Skorupski risponde da campione sul destro ravvicinato di Locatelli ma non può nulla sulla successiva stoccata da sottomisura dello stesso Caputo, perso dalla difesa ospite. Il Bologna accusa il colpo, non reagisce, rischia ancora qualcosa e rientra negli spogliatoi sotto 1-0.
La ripresa si apre con l’ingresso di Sansone per un evanescente Skov Olsen e con una bella e illusoria azione sull’asse Svanberg-Poli, chiusa con una botta del numero 16 deviata in angolo da Consigli, poi comincia un predominio neroverde che non si arresterà fino al triplice fischio. Al 15’ incornata di Locatelli su corner di Djuricic che sfiora la traversa, al 20’ diagonale del neo entrato Traoré respinto da Skorupski, e al 23’ il raddoppio di Boga, rapidissimo nell’involarsi a rete e freddo davanti al portiere ma aiutato da una goffa spizzata di testa all’indietro di Mbaye. Peccato solo che qualche secondo prima i felsinei avessero avuto la chance dell’1-1 in contropiede, sprecata da Palacio e Sansone anche per merito della disperata ma perfetta copertura di Toljan e Magnanelli.
Questa volta capitan Dzemaili (subentrato a Medel) e compagni, nonostante la situazione di grande difficoltà, reagiscono, e al 25’ Orsolini trova il gol dell’1-2 con una zampata su cross di Krejci smanacciato male da Consigli. È però un fuoco di paglia, perché la retroguardia continua a fare acqua e regali da tutte le parti: al 29’ disimpegno errato di Mbaye e volée alta di Boga, e al 30’ doppio dribbling di Caputo su un irriconoscibile Danilo e sassata mancina all’incrocio che chiude i conti sul 3-1. Oltre al danno, la beffa, perché lo stesso centrale brasiliano al pari di Bani, diffidati e ammoniti, salteranno il fondamentale match di domenica 24 contro il Parma. Gli ultimi giri di lancette vedono i ragazzi di Mihajlovic provare quantomeno a rendere meno pesante il passivo (rete di Orsolini al 33’ annullata per offside), anche se in realtà la chance più ghiotta capita sul piede di Defrel, stoppato da Skorupski al 44’.
E così il peggior Bologna della stagione insieme a quello visto a Udine, pur con qualche attenuante dovuta alle tante pesanti assenze, infila la terza sconfitta consecutiva (la sesta in 12 giornate), aggiorna a 20 lo score dei gol incassati e si fa scavalcare in classifica proprio dal Sassuolo, ora a quota 13 e con una gara da recuperare. Sarà un triste viaggio di ritorno quello degli oltre 2.500 tifosi petroniani arrivati a Reggio Emilia, e si prevedono due settimane difficili per tutto l’ambiente rossoblù da qui alla ripresa del campionato dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali.

SASSUOLO-BOLOGNA 3-1

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Marlon, Romagna, Kyriakopoulos; Magnanelli, Locatelli (33’ st Bourabia); Berardi (28’ st Defrel), Djuricic (16’ st Traoré), Boga; Caputo.
A disp.: Russo, Turati, Muldur, Piccinini, Peluso, Tripadelli, Duncan, Raspadori.
All.: De Zerbi

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Bani, Krejci; Poli (37’ st Schouten), Medel (16’ st Dzemaili); Orsolini, Svanberg, Skov Olsen (8’ st Sansone); Palacio.
A disp.: Da Costa, Sarr, Corbo, Denswil, Paz, Cangiano, Juwara.
All.: Mihajlovic (De Leo e Tanjga in panchina)

Arbitro: Piccinini di Forlì
Ammoniti: 5’ st Medel (B), 8’ st Danilo (B), 12’ st Bani (B), 13’ st Marlon (S), 20’ st Dzemaili (B), 41’ st Magnanelli (S), 42’ st Svanberg (B), 44’ st Mbaye (B)
Espulsi:
Marcatori: 34’ pt, 30’ st Caputo (S), 23’ st Boga (S), 25’ st Orsolini (B)
Recupero: 3’ pt, 6’ st

© Riproduzione Riservata

Foto: Damiano Fiorentini