Stagione 1997-1998: Roberto Baggio a Bologna

Stagione 1997-1998: Roberto Baggio a Bologna

Il ‘pensiero stupendo’ di Giuseppe Gazzoni: portare Roberto Baggio a Bologna.
L’accordo col Milan per 5,5 miliardi di lire e la trattativa che va in porto.
La piazza in estasi.
I tifosi arrampicati sugli alberi attorno al campo sportivo di Sestola per vedere il Pallone d’Oro all’opera.
Il record di abbonamenti: 27.336.
I timori di Renzo Ulivieri: «Presidente, con Baggio si retrocede».
Il grave infortunio al ginocchio patito da Antonioli e l’arrivo di Sterchele in prestito dalla Roma.
Gli altri rinforzi di mercato: Carnasciali, Cristallini, Mangone, Paganin, Tarantino e un ragazzino della Sierra Leone che poi farà strada altrove, Mohamed Kallon.
L’addio del capitano Marco De Marchi, direzione Vitesse.
Le cessioni ‒ tra le altre ‒ di Bergamo, Doni, Scapolo e Tarozzi, grandi protagonisti delle annate precedenti.
(Bonus) La pennellata d’autore a Marassi nel Trofeo Vincenzo Spagnolo, commentata su TMC da Giacomo Bulgarelli.
Il taglio del leggendario codino, per la prima volta in carriera.
Lo sponsor Granarolo sulle maglie e lo spot televisivo con Baggio e le mucche.
(0) La stoccata volante su lancio di Marocchi all’esordio in Coppa Italia, Ravenna-Bologna 0-5.
(1) Il rigore in Atalanta-Bologna 4-2.
(2-3) La punizione all’incrocio dei pali e il rigore in Bologna-Inter 2-4.
I risultati che non arrivano e la scossa del presidente: «Un’altra B non la faccio!».
(4-5-6) Il tocco d’esterno su assist di Andersson e i due rigori in Bologna-Napoli 5-1.
(7) Lo slalom e il pallonetto di sinistro da posizione defilata in Vicenza-Bologna 3-2.
L’eliminazione dalla Coppa Italia per mano dell’Atalanta.
Le vittorie che continuano a scarseggiare.
(8) Il rigore in Bologna-Sampdoria 2-2.
(9-10) La botta da sottomisura e il rigore in Bologna-Brescia 2-1.
L’esclusione di Baggio dai titolari per Bologna-Juventus e la reazione di Roby, che abbandona il ritiro.
La spaccatura dei commentatori tra ‘baggisti’ e ‘ulivieristi’.
La rottura tra Gazzoni e Ulivieri.
La riappacificazione di facciata tra il mister e il numero 10.
Il quartultimo posto al termine del girone d’andata.
Il risveglio della squadra e l’inizio della riscossa.
La zampata vincente di Paramatti e il successo 1-0 contro l’Inter a San Siro.
(11-12) Il rigore e la volée mancina su torre di Kennet in Bologna-Bari 4-3.
(13) L’intera difesa messa a sedere, la palla appoggiata in rete e le mani dietro le orecchie per ascoltare il boato del Dall’Ara in Bologna-Piacenza 3-0.
(14) Il rigore in Fiorentina-Bologna 1-1 (e la capriola di Kolyvanov al momento del cambio).
L’incredibile rimonta in casa della Sampdoria, da 2-0 a 2-3 con tripletta di Andersson.
(15-16) Il rigore e il guizzo a beffare Smoje e Rossi dopo il solito duetto con Kennet in Bologna-Milan 3-0.
(17-18) Il colpo di testa sull’ennesima sponda di Andersson e l’azione di classe e caparbietà in Brescia-Bologna 1-3.
(19) Il rigore in Bologna-Empoli 2-2.
(20) Il ‘cucchiaio’ a scavalcare Peruzzi su filtrante di Marocchi in Juventus-Bologna 3-2.
(21-22) Il rigore e la rasoiata sul primo palo in Bologna-Lazio 2-1, a sancire il record personale di gol in un singolo campionato.
L’ottavo posto conclusivo e la qualificazione alla Coppa Intertoto.
La convocazione di Roby per il Mondiale di Francia ’98.
La cessione di Baggio all’Inter, la fine dell’era Ulivieri, la separazione da Oriali.
L’amara chiusura di un capitolo unico e forse irripetibile nella storia del club.

Serie A: 8° posto, 48 punti.
Coppa Italia: eliminazione al terzo turno (vs Atalanta).
Formazione tipo (3-4-1-2): Sterchele; Paramatti, Torrisi, Mangone; Nervo, Magoni, Marocchi, Tarantino; Baggio R.; Andersson K., Kolyvanov.
Allenatore: Ulivieri.
Miglior marcatore campionato: Baggio R. (22).
Record presenze campionato: Nervo (33).
Acquisti: Baggio R. (Milan), Bonomi (Cesena), Carnasciali (Fiorentina), Cristallini (Torino), Dall’Igna (Cremonese), Fish (Lazio), Kallon (Inter), Lombardi (Treviso), Mangone (Bari), Martinez (Lecce), Paganin M. (Inter), Sterchele (Roma), Tarantino (Inter).
Cessioni: Bergamo (Ravenna), Bonomi (Torino), Brambilla (Torino), Bresciani P. (Venezia), Cardone (Milan), De Marchi (Vitesse), Doni (Brescia), Fish (Lazio), Kallon (Inter), Lombardi (Genoa), Martinez (Lecce), Scapolo (Roma), Schenardi (Vicenza), Seno (Padova), Tarozzi (Fiorentina).

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it