Buon Bologna ma non basta, Cagliari più pronto e più fortunato. Krejci il migliore dei felsinei

Buon Bologna ma non basta, Cagliari più pronto e più fortunato. Krejci il migliore dei felsinei

Skorupski 6 – Due mezze autoreti che lo spiazzano incolpevolmente non possono minarne la sufficienza.

Mbaye 6 – Tantissimo lavoro sporco in fase difensiva contro un cliente difficile come Pellegrini.
Bani 5 – Due deviazioni sfortunate e un brutto errore di valutazione in occasione del 2-1 di Simeone, un passo indietro rispetto alle ultime uscite.
Denswil 5,5 – Fino al gol del 3-1 cagliaritano, nato da un suo goffo rilancio, il migliore della retroguardia. Un vero peccato.
Krejci 6,5 – L’azione che porta al rigore dell’1-0 nasce da una sua bella iniziativa. Nella ripresa propizia il gol del potenziale 2-1, annullato per offside di Palacio. Crescita costante, anche in fase difensiva.

Schouten 5,5 – Inizia col piglio giusto e disputa un buon primo tempo, poi cala alla distanza.
Dzemaili 6 – Finalmente una prestazione di buon livello, anche se la benzina finisce in anticipo.

Orsolini 5,5 – Qualche numero lo inventa, soprattutto nel primo tempo, ma si perde un po’ tra egoismo e imprecisione.
Soriano 6 – Se viene fischiato un rigore a favore dei rossoblù, di mezzo c’è sempre lui. Non tocca tanti palloni ma le sue giocate sono spesso velenose.
Sansone 5,5 – Forse il rigore sbagliato a Genova lo ha segnato. Tanto fumo ma pochissimo arrosto.

Santander 6 – Realizza dal dischetto il gol dell’illusorio vantaggio, poi fa a sportellate ma non riesce a emergere tra le maglie dei padroni di casa.

Palacio (15′ s.t.) 6 – Un gol annullato per pochi millimetri che avrebbe riportato avanti il Bologna, poi il solito sacrificio senza però incidere.
Skov Olsen (25′ s.t.) s.v. – Qualche spunto in velocità e una punizione che impegna Olsen nel recupero.
Svanberg (36′ s.t.) s.v. – Giusto la presenza.

Mihajlovic e collaboratori 6 – Un po’ di turnover e tre veterani in panchina, ma lo spirito è sempre quello giusto. Come accaduto in altre occasioni, però, una serie di errorini ed erroretti costano carissimi.

Arbitro Sacchi e assistenti 6,5 – Direzione di gara priva di sbavature.

© Riproduzione Riservata

Foto: Getty Images