Vignato il migliore in campo, Soriano ancora decisivo, Medel esaltante. Da Costa e Palacio, così no

Vignato il migliore in campo, Soriano ancora decisivo, Medel esaltante. Da Costa e Palacio, così no

Da Costa 4,5 – La sua uscita-non-uscita con il ginocchio porta in vantaggio il Torino, in quello che a tutti gli effetti può essere considerato un autogol. La traiettoria di Verdi era sì velenosa ma si poteva facilmente respingere. Urgono correttivi importanti tra i pali. Magari guardando proprio la panchina del Torino…

De Silvestri 6 – Una partita di lotta e di sostanza, anche se il suo contributo alla spinta offensiva è meno incisivo rispetto a mercoledì scorso.
Danilo 6 – Tiene in mano il reparto e chiude tanti varchi agli attaccanti granata. Va pure vicino al gol di testa.
Medel 7 – Grinta e sostanza, le sue scivolate per strappare la sfera a Belotti sono esaltanti. Nel finale contribuisce a tenere alto il Bologna nella ricerca del pareggio. Una delle sue migliori da quando è rossoblù.
Tomiyasu 6 – Applicato ed efficace, si butta nei corpo a corpo prendendosi spesso colpi proibiti. E quando si sposta a destra riprende a spingere come l’anno scorso.

Dominguez 5,5 – Comincia bene, dando manforte al compagno di mediana e sventagliando palloni alla sua maniera, poi viene ammonito e la sua prestazione cala d’intensità, visibilmente condizionato dal cartellino giallo.
Svanberg 6,5 – Colpisce una traversa che trema per tutto il primo tempo. Poi dimostra che la sua capacità d’interdire sta crescendo sempre più, recuperando un’infinità di palloni che poi gestisce con lucidità.

Vignato 7 – L’assist per Soriano, un passaggio chirurgico tra le linee con un campo visivo limitatissimo, vale da solo la partita. Una partita giocata da migliore in campo. Il ragazzo ci farà divertire.
Soriano 7 – Sesto gol stagionale, capocannoniere e trascinatore di un Bologna che senza di lui perderebbe ogni riferimento.
Barrow 6 – Fin troppo applicato in difesa, spazzando via palloni dalla propria area, e propositivo in attacco, specialmente nel secondo tempo. Va vicino al gol con un bel destro a giro.

Palacio 5,5 – La Torino granata non sembra portargli bene. Erroraccio l’anno scorso, errore importante oggi, una sorta di rigore in movimento calciato fuori dopo la miglior azione offensiva del match. Chapeau, comunque, per il solito impegno fuori dal comune.

Dijks (17′ st) 6 – Entra con piglio deciso, proiettandosi spesso in attacco: bentornato.
Schouten (17′ st) 6 – Il solito valore aggiunto del centrocampo rossoblù. La sua presenza aggiunge muscoli e intelligenza nella mezzora decisiva della partita.
Poli (32′ st) s.v. – Anche a La Spezia aveva fatto valere la sua esperienza nei minuti finali, compito analogo gli ha riservato Sinisa a Torino.

Mihajlovic 6 – Due punti contro squadre più indietro in classifica tamponano la ‘crisi’ ma non risolvono i problemi. Per salvarsi basterebbe quest’andatura, per eccitarsi serve ben altro. Anche se i segnali di ripresa cominciano ad arrivare.

Arbitro Pasqua e assistenti 6 – Un direttore di gara che dialoga educatamente coi protagonisti in campo e in panchina, senza ergersi su un piedistallo ma spiegando le sue decisioni, è sempre da apprezzare. Piccole sbavature qua e là, senza però incidere su un match sentito ma corretto.

Luca Baccolini

© Riproduzione Riservata

Foto: Getty Images