Rassegna stampa 02/07/2021

Rassegna stampa 02/07/2021

CORRIERE DI BOLOGNA

BOLOGNA AL BIVIO SVANBERG, SI BALLA FRA RINNOVO E CESSIONE

Lo svedese va a scadenza nel 2023, i rossoblù potrebbero avere l’ultima occasione per monetizzare. A marzo c’era stato qualche colloquio esplorativo per rinnovare il contratto, ma le parti avevano deciso di aggiornarsi dopo l’Europeo. Sul centrocampista gli occhi di alcuni club italiani e inglesi. Il doriano Bereszynski è nel mirino per il dopo Tomiyasu, su cui c’è in pressing il Tottenham. Al centro piace Luan Patrick dell’Athletico Paranaense.

GAZZETTA DELLO SPORT

BONIFAZI UFFICIALE, C’È VAN HOOIJDONK NEL NOME DEL PADRE

Il club di Saputo piazza due colpi in difesa e attacco. E lavora sempre su un altro centrale fra Benatia, Theate e Lyanco (ma si parla pure di Luan Patrick e Diveev). L’olandese figlio d’arte concluderà oggi le visite mediche. Arnautovic vicino. La fumata bianca per l’austriaco dipende dalla buonuscita dei cinesi: ci sono in ballo 4 milioni.

REPUBBLICA

VAN HOOIJDONK A SCUOLA DA ARNAUTOVIC

Il nuovo attacco del Bologna: l’olandese figlio d’arte ‘silura’ Santander, crescerà all’ombra dell’austriaco (lo Shanghai sembra ormai rassegnato a pagargli la buonuscita). Ieri era all’Isokinetic per le visite mediche. Papà Pierre fu bomber capace di segnare tra gli anni ’90 e i primi 2000 qualcosa come 349 gol. Tempo scaduto per il ‘Ropero’. Venderlo non sarà facile, ma qui di spazio non ne ha più.

RESTO DEL CARLINO

IL PIANO DEGLI ESUBERI PUÒ FRUTTARE 6 MILIONI

De Denswil a Donsah, da Mbaye a Falcinelli e Paz: ci sono almeno 15 giocatori da sistemare, risparmiando sugli ingaggi. Okwonkwo e Kingsley possono tornare alla Reggina, Sarr e Corbo sono rientrati. Ramirez si offre ma per ora non interessa, sulla fascia piace il giovane Zappa del Cagliari. Vaccini, prima dose e poi il ritiro: è la soluzione a cui sta lavorando il club. Ecco Van Hooijdonk: «Bologna, finalmente». L’olandese classe 2000 potrà allenarsi da oggi a Casteldebole: «Sono felice di essere qui». Lo accompagna papà Pierre, ex Nazionale: «Vedo mio padre come esempio, ma i paragoni sono fastidiosi».

Foto: Imago Images